Pin It

Ammirare le costellazioni sullo schermo del proprio computer, esplorare la geografia dell'universo senza alzarsi dalla poltrona di casa, saltando da un pianeta all'altro con un click.

Ancora pochi giorni e poi, collegandosi a Internet, sarà possibile avere stelle e galassie a portata di mouse e controllare un telescopio da professionisti dal pc. Un vero e proprio 'telescopio virtuale', a disposizione di tutti. E' questa la promessa di Gianluca Masi, astrofisico dell'osservatorio Bellatrix di Ceccano, in provincia di Frosinone, e del Planetario di Roma, che ha dato vita a un esperimento "unico al mondo nella sua concezione".

"Dare il telescopio a chi non ce l'ha" "L'idea - ha spiegato - ? quella di portare l'universo al di l? del mouse e di dare il telescopio anche a chi non ce l'ha". Le informazioni per poter controllare dalla scrivania di casa i telescopi dell'osservatorio Bellatrix sono gi? accessibili su questo sito. Oltre a poter puntare il telescopio sulla propria stella preferita, ogni utente potr? utilizzare gli strumenti dell'osservatorio per studiare una porzione di cielo a sua scelta e fotografare gli oggetti pi? interessanti, sotto la guida di astronomi professionisti.

Venticinque euro all'ora Il prezzo per godere di questa ebbrezza spaziale? Venticinque euro l'ora, che - secondo Masi - "? circa la met? di quello richiesto da iniziative internazionali analoghe".

Obiettivo: trovare fondi per la ricerca Il progetto dello scienziato italiano non ha finalit? commerciali. L'obiettivo - ha precisato - "? l'autofinanziamento delle attivit? di ricerca e delle innovazioni tecnologiche". In questo modo, "si garantiscono all'osservatorio entrate sufficienti a permettergli di aggiornare la sua tecnologia e di mantenersi al passo con i tempi". Grazie al telescopio virtuale, quindi, "risorse costose possono essere a disposizione di tutti".

Richieste di partecipazione "al di l? delle previsioni" I primi dati sono senza dubbio incoraggianti: le richieste di collegamento per l'uso esclusivo del telescopio stanno arrivando numerose e, ha ammesso Masi, "sono gi? al di l? delle nostre previsioni".

Debutto il 21 settembre Per il grande debutto, poi, tutti in attesa del prossimo 21 settembre, quando il telescopio virtuale sar? protagonista di uno show - cui faranno seguito analoghi appuntamenti mensili - durante il quale sar? un astronomo a controllare gli strumenti e a guidare l'osservazione a beneficio dei naviganti del web.

La notte italiana a disposizione del mondo Aperto per ora solo all'Italia, dal prossimo autunno il telescopio sar? messo a disposizione degli utenti di tutto il mondo. "In modo tale - ha concluso Masi - che anche chi ? all'estero possa approfittare della notte italiana". Che il mondo si faccia avanti, le nostre stelle sono a disposizione.

fonte http://www.rainews24.it/

Pin It

Commenti

Potrebbero interessarti