Pin It
Sarà all’insegna della continuità la VII edizione del Festival del Cinema Indipendente, che non esaurirà il calendario delle iniziative nei giorni clou della manifestazione, in programma dal 16 al 24 novembre a Foggia

 Festival del Cinema Indipendente Foggia

 

.

 
La kermesse, infatti, lancia il “Marchio Festival” per contrassegnare una serie di attività collaterali che accompagneranno gli spettatori lungo l’intero corso dell’anno sino all’ottava edizione.

 

“Il Marchio Festival costituirà una sorta di bussola per tutte le nostre attività culturali, a cominciare da una collana di libri sul cinema” ha precisato il Presidente della Provincia di Foggia Carmine Stallone in apertura della conferenza stampa che si è svolta questa mattina nella Sala Giunta di Palazzo Dogana. “Ogni anno il Festival dedicherà una monografia ad un autore del cinema italiano, ospite della manifestazione. Inizieremo con il regista Giuseppe Piccioni, cui il Festival rende omaggio con la proiezione di quattro suoi film” ha concluso il Presidente.

 

Attesa anche la presenza di Fabrizio Gifuni, che interverrà domenica 18 novembre per il dibattito in sala al termine della proiezione del film fuori concorso “La ragazza del Lago” di Andrea Molaioli. Il noto attore di origini lucerine ha dato anche la sua disponibilità per una proiezione presso la casa circondariale di Foggia, in data da definire. Si rinsalda così la collaborazione già avviata nella passata edizione con il penitenziario, che ospitò la proiezione di “Mater Natura” alla presenza dell’on. Vladimiro Guadagno (in arte Vladirmir Luxuria).

 

“I Festival rappresentano ormai una struttura altra e parallela rispetto a quelle ufficiali, che consentono di riservare un’attenzione particolare ai temi dell’esclusione, del disagio e della marginalità” ha sottolineato il Direttore Artistico Geppe Inserra, soffermandosi sulla giornata di approfondimento dedicata al rapporto “Cinema&Psiche”, che per il secondo anno consecutivo il Festival organizza in collaborazione con il Dipartimento Misto di Salute Mentale dell’Asl FG e con la cattedra universitaria di Psichiatria dell’Ateneo foggiano. Numerosi gli altri eventi speciali organizzati con l’associazione culturale “Terrarse” di Fabio Prencipe e Mario De Vivo: incontri e proiezioni con la casa di produzione Indigo Film,  il convegno “Cinema, Festival ed Enti Locali”, gli incontri con il regista Giuseppe Piccioni e le serate di musica e cinema live nei locali del centro storico.

 

Dello stesso tono l’intervento dell’assessore alla Cultura del Comune di Foggia Potito Salatto, che ha rimarcato il ruolo svolto dal Festival che presenta opere di qualità, prive di canali distributivi.  

 

Sono dieci i lungometraggi in concorso, che saranno valutati dalla giuria degli esperti presieduta dal regista Lucio Gaudino: “Liscio” di Claudio Antonini, “Billo” di Laura Muscardin, “Quijote” di Mimmo Paladino, “Il rabdomante” di Fabrizio Cattani, “E guardo il mondo da un oblò” di Stefano Calvagna, “Io, l’altro” di Mohsen Melliti, “Sette ottavi” di Stefano Landini, “Animanera” di Raffaele Verzillo, “Una ballata bianca” di Stefano Odoardi, “Come l’ombra” di Marina Spada.


 

Quattro le altre sezioni in gara: “Visioni in corto”, nella quale concorrono 33 opere di fiction della durata massima di venti minuti (Presidente della giuria Erika Manoni, regista e montatore), “I cortissimi” con 13 mini-film in gara che non superano i cinque minuti di durata e che saranno valutati direttamente dal pubblico presente alla proiezione; “Corti del territorio” riservata a 14 opere realizzate da autori residenti in provincia di Foggia (la giuria è presieduta dal regista Lucio Di Gianni) e per finire “Scuola&Cinema” con 22 corti realizzati dalle scuole (presiede la giuria il Dirigente Scolastico Pasquale Bonnì).

 

Sempre nella logica di continuità del Festival, il percorso con le scuole proseguirà durante l’anno scolastico con l’organizzazione di tirocini e stage riservati ad alunni e insegnanti. L’obiettivo è quello di affiancare le scuole nella produzione dell’audiovisivo: cortometraggi, corti d’animazione, spot, videoclip e documentari.

 

Nella stessa direzione va infine il “Festival in Provincia”, manifestazione itinerante nei comuni della Capitanata, che a partire da questa edizione acquisisce una sua autonomia, svincolandosi dalla concomitanza con il Festival a Foggia. “Quest’anno il Festival itinerante si svolgerà nelle settimane successive alla chiusura della manifestazione a Foggia, indicativamente dal 26 novembre al 7 dicembre, per dedicare maggiore attenzione all’intero territorio, concentrando tutti gli sforzi organizzativi su questo importante tassello del Festival” ha spiegato Paolo Cicolella, Presidente dell’Anec- Gruppo Esercenti Cinema di Capitanata.

 

Il programma completo del Festival è on-line all’indirizzo www.festivaldelcinemaindipendente.it

 

 


Provincia di Foggia
Festival del Cinema Indipendente
Piazza XX Settembre, 20
71100 Foggia
Tel. 0881.791.460 - 211 - 209
Fax 0881. 791.212
www.festivaldelcinemaindipendente.it
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pin It

Commenti

Potrebbero interessarti