Si terrà mercoledì 13 febbraio alle 19 presso il Tribunale della Dogana l'evento "Miti al cinema. Fotogrammi di Fedra", organizzato dalla Provincia e dall'Università degli Studi di Foggia All'evento, al quale saranno presenti il regista (Salvo Bitonti) e la protagonista (Mita Medici) del mediometraggio "Fedra", interverranno Carmine Stallone, presidente della Provincia di Foggia, Sergio Clemente, presidente del Consiglio Provinciale, Giovanni Cipriani, docente ordinario di Letteratura latina all'Università di Foggia ("Il mito in scena a Foggia"), Rosa Cicolella, vicepresidente della Commissione "Pari Opportunità" della Regione Puglia ("Fedra: prima femminista?").

"Nell'ottica di un impegno che, in questi anni nel settore cultura, ha registrato risultati di rilievo, la Provincia di Foggia prosegue il suo impegno per la valorizzazione delle arti. E, in particolare, del cinema e del teatro, due forme di espressione in grado di fare riflettere sulla realtà contemporanea e sui !
grandi temi che hanno sempre caratterizzato la vita dell'uomo", afferma Clemente.

Salvo Bitonti

Regista, drammaturgo e saggista nato a Siracusa, vive a Roma. Laureato in regia della tragedia greca, ha iniziato molto giovane a lavorare come regista di teatro, prediligendo il teatro di poesia con autori come Mario Luzi. Ha realizzato oltre trenta spettacoli da autori classici (Pirandello, Racine, Moliere, Goethe, Strindberg, Durematt). Si è poi interessato all'interazione tra teatro e cinema portando in scena sceneggiature cinematografiche ("Sex, lies and videotape di Sodenberg), e spettacoli che univano i due linguaggi tra i quali "Giovanna D'Arco", "L'Isola della dottoressa Moreau", "Orlando".
"Fedra" è il suo primo mediometraggio.



Mita Medici

Mita Medici nasce a Roma il 20/08/1950. Di origine nobile e figlia del noto attore Carlo Silva, inizia a frequentare l'ambiente dello spettacolo sin dalla nascita. Si iscrive ancor adolescente a dei corsi di recitazione insieme a Loretta Goggi. All'eta' di quindici anni inizia la carriera di fotomodella e nel 1968 vince il concorso Miss Teenager Italiana al Piper di Roma con il nome d'arte di Patrizia Perini.Tale vittoria le permette di girare alcuni spot pubblicitari televisivi e giornalistici e di posare per dei fotoromanzi. Il personaggio e' dunque creato; infatti Mita apparira' sempre come la giovane e bella ragazza beat che veste minigonne e stivaletti. Nello stesso anno partecipa al concorso "Miss Italia" e vince l'ambita fascia di "Miss Eleganza".
  • 1968 : La fascia di Miss Eleganza vinta al concorso "Miss Italia", le consente di essere scritturata nel film "Estate" di Paolo Spinola con Enrico Maria Salerno con la regia di M. Franciosa. Successivamente recita nel film "Pronto c'e' una certa Giuliana per te" affiancando Gianni Dei.
  • 1969 : Verso la fine degli anni sessanta la troviamo ancora nei film "Colpo di sole", "Come ti chiami amore mio" e "Plagio". Intanto Mita ha intrapreso gli studi di canto e questo le permette di firmare un contratto discografico di tre anni con la Fonit. Il debutto discografico avviene alla Caravella di Bari nel 1969 dove Mita presenta il brano "Nella vita c'e' un momento" cover di "Early in the morning" tradotta in italiano da Sergio Bardotti. Sul lato b di questo singolo un brano compsoto da alcuni componenti dei New Trolls, intitolato "Questo amore finito cosi'". La sua notorieta' e' ormai tale che anche il gruppo "Le orme" le dedica una canzone "Mita Mita".
  • 1970 : Mita conduce insieme a Nuccio Costa, Enrico Maria Salerno e Danny Paris il "Cantagiro", famosa rassegna musicale itenerante, di cui incide la sigla di apertura "Un posto per me". Il retro di questo singolo e' "Avventura che nasce" per lei composta da Franco Califano e Cantini.E' nel cast dello sceneggiato "Coralba" al fianco di Rossano Brazzi e Glauco Mauri
  • 1971 : Mita partecipa al concorso "Un disco per l'estate" con la canzone "Un amore". Gli scarsi risultati di vendita inducono Mita a preferire l'attivita' cinematografica e teatrale. Recita infatti nello sceneggiato televisivo "Coralba" con P. Brazzi sotto la guida del regista D. Danza.
  • 1973 : Mita viene scritturata nel famoso musical di Garinei e Giovannini "Ciao, Rudy" affiancando Oreste Lionello, Minnie Minoprio e Loredana berte'. Lo spettacolo teatrale permette a Mita di confermare le sue qualita' innate di attrice, cantante showgirl. Nello stesso anno Pippo Baudo la vuole con se' a "Canzonissima" famosa gara canora televisiva abbinata alla Lotteria Italia in onda tutte le domeniche pomeriggio. Mita interpreta anche la sigla di apertua di questa trasmissione dal titolo "A ruota libera" che si rivela ben presto uno straordinario successo discografico. Approfittando dell'occasione la sua nuova casa discografica, la CGD, immette sul mercato altri due 45 giri: "Proprio cosi'" e "Scappa scappa" brano che Mita promuove attraverso lo spettacolo domenicale.
  • 1974 : In gennaio Mita pubblica il suo primo album "Mita Medici.... a ruota libera". L'album viene pubblicato con due copertine differenti in quanto la prima foto presente sull'album fu ritenuta assai audace e fu censurata; infatti ritraeva Mita in mutandine mentre ballando fa una piroetta. Inziai cosi' a recitare nello spettacolo teatrale "Il barone e il servitore" con Franca Valeri, Lia Tanzi e G. Dettori, successivamente si cimenta con l'operetta nel famoso "Al cavallino bianco" trasmesso sulla Rai con la regia di Vito Molinari affiancando Paolo Poli e Tony Renis. Alla fine dell'anno, Mita incidera' un nuovo lavoro discografico "Per una volta" composto da undici motivi scritti da Lopez, Lubiak e sua sorella Carla Vistarini (autrice di successo per Ornella Vanoni, Mia Martini, ecc., cantante, pittrice ed attrice). Segnaliamo la delicata "Com'e' sola la sera", la sussurrata "Una ragazza" e "Wimbledon" che Mita canta con la sua voce vellutata.
  • 1975 : All'inizio dell'anno dal suo album viene estratto il singolo "Chi sono".Gira la serie televisiva "Diagnosi" con la regia Mario Cajano al fianco di Philippe Leroy,Pamela Villoresi,Mara Venier,Oreste Lionello.
  • 1976 : Piu' volte viene attratta dal teatro dove lavora riscuotendo sempre notevoli consensi in "Don Giovanni e il Faust" di Grable con L. Troisi e G. Pistilli e nel "La commedia degli errori" con G. Zanetti.
  • 1977 : Mita torna alla musica incidendo un nuovo singolo composto da Toto Cutugno intitolato "Uomo". Nel retro, un bel brano di Tony Cicco leader della Formula Tre dal titolo "Trucco".
  • 1978 : E' la protagonista dello spettacolo teatrale "Il mercante di Venezia" di Shakespeare con L. Vannucci. Alla fine di questo ingaggio parte per l'America dove frequenta a New York il "Lee Strasberg Theatre Institute" e "L'actors studio".
  • 1980 : Rientra in Italia dove interpreta il ruolo di Angelica nel film "Il gattopardo" di A. Camilleri. Segue il fim "Ombre" di Giorgio Cavedon con Monica Guerritore e Laura Belli. Nello stesso anno recita a teatro in "Ottocento volte no" e "Sogno di una notte di mezza estate" e in tv nei sceneggiati "Il signore di Ballantrae" di Stevenson ed "Il progetto di Atalantide".
  • 1981 : Mita si diletta a comporre il testo della canzone in gara allo Zecchino d'oro dal titolo "Mago tango". In contemporanea incide un nuovo 45 giri dal titolo "Paletta Palletta" che diviene sigla del programma televisivo per l'infanzia "Il trenino". Nel retro di questo singolo incide la canzone "Mago tango" gia' partecipante alla gara dell'Antoniano. Inoltre si dedica alla stesura di alcune fiabe che vengono poi pubblicate.
  • 1982 : Porta in Italia una piece americana con la regia di F. Pero "Chiacchiere"; nello stesso anno partecipa al film "Gole ruggenti" di Pierfrancesco Pingitore con Pippo Franco, Pamela Prati, Leo Gullotta, Toni Ucci e Valeria Marini.
  • 1983 : Decide di dedicarsi ai drammi teatrali interpretando "Ugo" scritto da Carla Vistarini con Alessandro Haber con la regia di E. Coltorti.
  • 1984 : Dal 1984 e per gli anni successivi Mita e' ancora protagonista di tanti spettacoli teatrali; tra i quali ricordiamo "La locandiera", "Fenomeni non ancora classificati" di A. Gavino Sanna con Gianni Garofolo e Roberto Della Casa, di cui cura anche la regia, "Il cappello sulle ventitre'" con Paola Pitagora e Rosa Fumetto, "Il giocattolaio" con la regia di L. De Fisco e "Quai ouest" di Koltest con la regia di M. Belli.
  • 1986 : Torna alla conduzione su Rai 1, diventando padrona di casa del programma "Sereno variabile" insieme ad Osvaldo Bevilacqua.
  • 1991 : Fonda l'associazione culturale "Lo studio", che diventa una fucina di autori teatrali, attori, registi e produttori che si confrontano in diversi generi teatrali e cinematografici, organizzando anche delle letture di testi nello spazio di Palazzo delle Esposizioni a Roma con una notevole partecipazione di addetti ed amatori. Inoltre conduce per ben due anni ogni domenica pomeriggio "Detto tra noi" l'antesignano della "La vita in diretta" condotta ora quotidianamente da Michele Cocuzza..Gira lo sceneggiato "Morte di una ragazza per bene" per la serie "Delitti e segreti" con la regia di Luigi Perelli al fianco di Remo Girone e Romina Mondello
  • 1992 : La troviamo protagonista della piece "Tritolo tandem" di Franco Bertini affiancando Giorgia Lepore e lo stesso Bertini.
  • 1994 : Dal 1994 al 1997 conduce per il canale satellitare Tele+ il programma "Dammi un'idea" una sorta di confronto tra un personaggio noto ed uno pubblico costituito da ragazzi 17/25enni.
  • 1997 : E' una delle attrici della famosa soap opera trasmessa da Rai 3 "Un posto al sole".
  • 1998 : Al Festival Teatrale Lombardia partecipa con "Il padre" di August Strindberg con Luigi Pistillo e la regia di Salvo Bitonti. Nello stesso anno partecipa con due brani ad un mini cd di Gianni Dei. I due artisti infatti duettano nel brano "Ma che fiesta", un brano dal sapore sudamericano scritto dallo stesso Dei in tandem con Cristiano Malgioglio. Mita inserisce nello stesso cd il brano "Te lo ricordi il blues". Inoltre recita per uno sceneggiato in due puntate trasmesso da Rai 1 "Morte di una ragazza per bene" con la regia di l. Pirelli.
  • 2001 : Mita gira il cortometraggio di Antonio Feldato, "Antelope Kobler" che vince un premio al Festival di Annery in Francia.
  • 2002 : E' ancor presente nel film "Lo zio d'America" con Christian De sica, Eleonora Giorgi, Ornella Muti con la regia di Rossella Izzo. Inoltre partecipa alla manifestazione per la pace in Medio Oriente, tenuta a Roma in Campo dei fiori, dove sotto la statua di Giordano Bruno ed insieme a Paola Pitagora legge delle poesie isdraeliane e palestinesi.
  • 2003 : Partecipa al Festival Internazionale di teatro, danza e musiche medioevali di Elche in Spagna dove rappresenta due storie sacre del 1500 di autori anonimi sempre con la regia di Salvo Bitonti. Inoltre insieme a Bruno Gambarotta recita nella piece teatrale "Amorfu" di Emanuela Provano.Recita nella piece "la signorina Julie"di August Strindberg tradotto da Salvo Bitonti,con Fabrizio Croci e Stefani Spugnini
  • 2004 : Sta girando tutti i piu' grani teatri italiani con "Le intellettuali" di Moliere con Franco Oppini e con la regia di Giovanni Anfuso.
  • 2005 : E' la protagonista dello spettacolo teatrale "Alda" con la regia di Giuseppe Di Pasquale al fianco di Franz Cantalupo in cui ricpore il ruolo della poetessa Alda Merini.Gira poi il film "E se domani" di Giovanni La Parola con Luca Bizzarri e Sabina Impicciatore.Inoltre recita nella piece "orestea" di eschilo diretta da Livio Galassi con Antonella Elia
  • 2007 : Debutta nella misenscene "Rodolfo Valentino,l'emigrante leggendario" scritto e diretto da Rina La Gioia
Una carriera dunque in continua evoluzione divisa tra teatro, televisione e musica

Nessuna connessione internet