Il procuratore generale dell' Aquila, Alfredo Rossini, ha deciso di aprire un'inchiesta 'sui materiali e sui metodi di costruzione usati per diversi edifici del capoluogo abruzzese crollati come castelli di carte alla prima scossa della notte tra domenica e lunedì. Prove concrete dimostrerebbero l' uso di cemento impastato con sabbia marina e metodi di lavoro totalmente sbagliati.

Commenti

Potrebbero interessarti

Nessuna connessione internet