barcellonaClamoroso retroscena sulla trattativa dell’estate. Il quotidiano catalano “La Vanguardia”, citando come fonte un alto dirigente del Barcellona, rivela che Ibrahimovic avrebbe fatto pressioni sia ai blaugrana che all’Inter per la concretizzazione del suo passaggio al Barça. La fonte interna afferma: ”Per poco Zlatan non e’ rimasto senza polpastrelli a furia di pigiare i tasti del suo cellulare, ci inviava messaggini ogni minuto, spiegando come stava suggerendo quello che si poteva fare”. Messaggi in uscita verso i vertici del Barcellona, ma anche verso Massimo Moratti: ”Me lo avevi promesso, mi avevi detto che se il Barca mi avesse cercato, mi avresti lasciato andare”.

Dopo giorni di estenuanti trattative, Ibra avrebbe lanciato un ultimatum alla dirigenza nerazzurra, Moratti compreso: “Vendimi o mi ribellerò”, la minaccia ai vertici qualora non gli avessero permesso di arrivare nella città catalana. Agli appelli dei vertici del Barcellona ad avere pazienza sul buon esito della trattativa, Ibra avrebbe risposto: ”Andele, andele”, o anche ”venga, venga”, come a dire “avanti, sbrigatevi!”. Si parla anche di un messaggino provocatorio di Mourinho inviato allo svedese con su scritto un’unica parola: “Traditore!”. Si attendono nei prossimi giorni conferme o smentite riguardo questa nuova rivelazione..

Intanto Ibra è di nuovo a Los Angeles, questa volta sponda blaugrana e dal ritiro dei campioni d’europa giungono voci di uno Zlatan felice e sempre sorridente. Nel Barça, continua il quotidiano, ‘’sono rimasti di pietra nello scoprire la misura dell’ego della stella svedese: e’ molto grande, piu’ di quanto sia consigliabile” ma anche nello scoprire ”la sua enorme umanità” e i molti sacrifici imposti dalle umili origini, che hanno segnato la sua vita familiare ”tribolata, dura e che difficile da sopportare per altri calciatori”.


www.ecalcioblog.it