ancelottiCarlo Ancelotti comincia al meglio la sua avventura sulla panchina del Chelsea. I blues, alzano al cielo la Community Shield, trofeo inglese equivalente alla nostra Supercoppa Italiana. Tutto esaurito al Wembley Stadium, splendida cornice dell’evento. Di Fronte, Manchester United e Chelsea, le due formazioni più quotate per la vittoria finale della prossima Premier League. I novanta minuti di gara all’insegna dell’equilibrio si concludono sul 2-2. Nel primo tempo, dominio territoriale dei reds che passano al 9’ con una rete del portoghese Nani, successore naturale di Cristiano Ronaldo. Tante le occasioni per l’undici di Sir. Alex Ferguson che non riesce ad aumentare il vantaggio ostacolato da uno strepitoso Cech. Nella ripresa il Chelsea si rialza. Al 53’ è Carvalho a pareggiare i conti con uno stacco di testa in tuffo. Venti minuti dopo i blues si portano in vantaggio ma non con poche polemiche: Ballack stende Evra, il terzino francese rimane a terra ma l’azione prosegue e il destro del solito Lampard che Van der Sar non trattiene, vale il vantaggio. Sembra fatta ma a due minuti oltre il tempo regolamentare, Giggs lancia Rooney in dubbia posizione. L’inglese si invola a tu per tu con l’estremo difensore ceco e lo supera con un tocco morbido. Dagli undici metri decisivi gli errori di Evra e Giggs. Esordio col botto per Carlo Ancelotti, che può vantare un trofeo alla prima uscita ufficiale con la sua nuova squadra. Una vittoria che accresce lo score del tecnico emiliano tra sorrisi, sopracciglia alzate e un pizzico di nostalgia.


Simone Praticò
http://simonepratico.wordpress.com