L’atmosfera del romanzo è quella di una situazione sciascianamente irredimibile. Ma si rileva anche l’umanità di alcuni personaggi, l’assurdità e l’eccessiva, distruttrice passionalità insite in alcune vicende e figure, così come la descrizione di un ambiente ostile, immerso nel calore torrido ed asfissiante (anche per le idee ed i buoni sentimenti) di un’estate siciliana. Un ambiente che non perdona, che scruta tutto e giudica ferocemente, dietro l’apparente velo di indifferenza, dove la politica, o meglio l’esercizio del potere politico, permea e ottunde ogni segmento della vita della gente.
Nessuna connessione internet