Una fonte di alto profilo dell'establishment governativo brasiliano ha lasciato intendere stamane che il Presidente Lula vuole prendere tempo sulla possibilità di estradare Cesare Battisti. Con la svolta di mercoledì scorso, quando nella Corte Suprema brasiliana i fautori dell'estradizione si sono trovati in maggioranza, sembrava ormai dipinto il destino di Battisti; ma le parole di Lula – che ha smentito tra l'altro di aver parlato di questo caso durante un incontro a pranzo con il Cavaliere – sembrano dare credito alle ultime pressioni nuovamente forgiate dal Ministro della Giustizia Tarso Genro, ex sindaco-modello di Porto Alegre. La notizia non è stata ancora commentata dall'entourage di Battisti, che nel frattempo continua il suo sciopero della fame; "è debilitato e rischia di indebolirsi ulteriormente. Ha già perso nove chili" ha dichiarato ieri il senatore Eduardo Suplicy, dopo la sua visita al carcere di Papuda.

 

 

Samir Hassan

 

 

 

Nessuna connessione internet