Creme e profumi renderanno più belle, ma a costo della propria salute. È quanto afferma una ricercatrice inglese della casa cosmetica Bionsen, Charlotte Smith.

 

 

crema-antirugheIn un 'intervista al quotidiano britannico The Sun, la dott.ssa punta il dito contro l'incredibile numero di oltre 500 sostanze chimiche che ogni giorno le donne applicherebbero ignare sul viso e sul corpo, allo scopo di restare giovani e belle.

È pari a 15 la media dei prodotti scelti dalle donne per la cura del proprio corpo, nella gran parte dei casi contenenti ognuno una ventina di elementi diversi. Fra queste sostanze, vi sono anche additivi che causano non solo problemi allergici e dermatiti, ma possono concorrere all'insorgenza di tumori dell'epidermide.

Lo studio ha verificato che nei rossetti e nelle creme per il corpo sono presenti in media più di 30 ingredienti, poco meno nel mascara, 11 perfino nella più naturale delle creme per le mani. Ma la parte del leone la fanno senza dubbio i profumi, che in media contengono circa 250 sostanze chimiche, che diventano 400 per le fragranze più complesse.

La denuncia della ricercatrice inglese è chiara: “il concetto di bellezza è cambiato in maniera radicale negli anni, passando dall'“acqua e sapone” alla continua richiesta di creme autoabbronzanti, unghie finte, lampade, filler, capelli e ciglia allungate”. Inutile dire che, oltre ad essere estremamente costose, queste pratiche nascondono seri pericoli secondo l'opinione della dott.ssa Smith.

Nel corso dell'intervista, la Smith ha citato gli esempi di due adolescenti inglesi, la prima delle quali si è ritrovata con un viso reso irriconoscibile dal gonfiore, l'altra completamente calva a causa, in entrambi i casi, di una tintura di capelli.

Secondo la ricerca, va perciò assolutamente riconsiderato, da parte delle aziende produttrici, l'utilizzo di tutta una serie di sostanze quali conservanti o derivati dalla plastica, estremamente dannosi per la salute dell'epidermide e, in generale, dell'organismo umano.

 

 

 

Andrea Piccoli

http://italiasalute.leonardo.it

 

 

 

Commenti

Potrebbero interessarti

Nessuna connessione internet