Avere denti bianchi e curati può aiutare le persone adulte a mantenere intatte le abilità mentali. E’ questo il risultato di uno studio americano pubblicato

sulla rivista Journal of Neurology, Neurosurgery, and Psychiatry. I ricercatori del Columbia College of Physicians and Surgeons di New York City hanno infatti scoperto che gli ultrasessantenni con i livelli più alti del patogeno Porphyromonas gingivalis, un microbo che causa infezioni e parodontiti, avevano tre volte più probabilità di non riuscire a tenere a mente una sequenza di tre parole rispetto a coloro che avevano livelli più bassi. Per la ricerca oltre 2.300 uomini e donne sono stati sottoposti a test per vedere se soffrivano di periodontite e poi è stato stato chiesto loro di completare una serie di prove che misurano le abilità mentali. Dai risultati finali è meerso che il 5,7% degli adulti aveva problemi a completare alcuni test di memoria e il 6,5% non è riuscito nelle sottrazioni complesse.

Secondo il team di studio guidato dal dr. Noble, la malattia gengivale potrebbe influire sulla buona funzionalità del cervello tramite diversi meccanismi come per esempio, scatenando uno stato di infiammazione in tutto il corpo.

 

 

Blogscienze.com

 

 

Commenti

Potrebbero interessarti

Nessuna connessione internet