Sarà presentato domani, giovedì 3 dicembre alle 11, alla Casa del Cinema di Roma, il cortometraggio “L’altra metà” del regista Pippo Mezzapesa (nella foto), con protagonisti Piera Degli Esposti e Cosimo Cinieri, girato tra Melpignano, Serrano, Acquarica e litoranea tra Otranto e Santa Cesarea. Tra gli interpreti anche gli attori pugliesi Anna Ferruzzo, Tiziana Schiavarelli, Ippolito Chiarello e Gianni Lillo.

 

 

pippo-mezzapesaInoltre, “L’altra metà” sarà programmato su Sky Cinema il 4, 5, 6 e 8 dicembre. Il film breve del regista pugliese, realizzato in collaborazione con Apulia Film Commission, rientra nella seconda serie del progetto “perFiducia” sostenuto da Intesa Sanpaolo. L’operazione “perFiducia” intende dare voce a storie nascoste del nostro Paese, individuali o collettive, che testimoniano l’ottimismo del fare, della ricerca e dell’invenzione: un’esperienza volta a valorizzare nello stesso tempo la competenza di grandi autori e la creatività di cineasti emergenti cui affiancare la scoperta di nuovissimi talenti.

Nella prima fase del progetto sono stati i registi Ermanno Olmi, Gabriele Salvatores e Paolo Sorrentino a firmare tre cortometraggi, mentre per la seconda i tre grandi registi italiani hanno scelto ciascuno un giovane autore cui affidare il testimone della continuità. A indicare Mezzapesa è stato Paolo Sorrentino. Oltre al giovane regista bitontino, gli altri due cortometraggi sono stati diretti da Massimiliano Camaiti (“L’ape e il vento”) e Alessandro Celli (“La pagella”).

I tre cortometraggi verranno presentati domani, 3 dicembre alla Casa del Cinema di Roma, in concomitanza con l’avvio della programmazione centrata principalmente su Internet, visibile sia su www.perfiducia.com che su altri siti, e diffusa in vari canali di tv digitali.

Nel cortometraggio di Mezzapesa, scritto con la sceneggiatrice Antonella Gaeta, si racconta la storia della settantenne Gina che vive in uno ospizio. Si sta preparando piena di entusiasmo al matrimonio della nipote ma quando il dottore le sconsiglia di andare, Gina si sente crollare il mondo addosso. Decide quindi di scappare dall’ospizio per cercare di raggiungere il luogo della cerimonia.

Giunta nel paese, Gina si rende conto di avere sbagliato chiesa e di non conoscere il luogo della festa. In un bar incontra Giacomo, un anziano signore che si offre di aiutarla nella ricerca del luogo giusto. Insieme, a bordo di una vecchia Renault 4, i due si mettono in viaggio, svelandosi poco a poco l’uno all’altra.

 

Roberta Lomonaco

Fondazione Apulia Film Commission

 

 

Nessuna connessione internet