Si può desiderare l’estate, in una fredda giornata d’inverno? E si può magicamente realizzare un desiderio inespresso?

 

 

 

Basta la dolcezza semplice di un po’ di frutta essiccata al sole di agosto*, arancia e noci per traghettare l’inverno, spezie per un profumo avvolgente e uno sbuffo di panna, una pseudo - neve golosa. Un dessert che fa ricordare il rovente sole d’estate, il frinire delle cicale che rompe il riverbero accecante, la canicola che obnubila i sensi, un dessert che stabilisce un contatto con la Natura!

 

 

 

Zuppetta (invernale) di frutta d’estatezuppetta

 

Ingredienti x 4

 

70 g pere disidratate (8 prugne essiccate ric. orig.)

80 g fichi secchi (4 fichi secchi)

20 g uva sultanina (2 cucchiai ric. orig.)

1 manciata gherigli noci (8 albicocche essiccate ric. orig.)

3 arance succo (1 dl succo di mele ric. orig.)

1 scorza di arancia bio

liquore alle mandorle (io nespolino)

4 anici stellati

cannella in polvere

1 dl panna fresca circa

 

 

Preparazione. Mettere in ammollo in acqua tiepida i fichi, le pere e l’uvetta. Prelevare la scorza da un’arancia, tralasciando l’albedo, tagliarla a julienne e sbollentare in acqua per circa 15’.

 

Strizzare delicatamente i frutti e trasferirli in una pentola con il succo di arancia e un po’ di zucchero secondo il gusto personale (o questo sciroppo), l’anice stellato ed aggiungere un po’ di acqua. Lasciar cuocere per circa 25’ e prima di spegnere, unire un po’ di liquore e i gherigli di noce.

 

Intanto montare la panna, distribuire i frutti nelle singole ciotole insieme al succo di cottura, sormontare con la panna montata (o yogurt compatto o ricotta setacciata o gelato alla vaniglia), con le scorze di arancia e finire con una spolverata di cannella.

 

 

 

Milena Stasi

http://unafinestradifronte.blogspot.com/

 

 

Nessuna connessione internet