Dispotico, prepotente e burbero, arriva borbottando prima sommessamente, poi sempre più incalzando, finché l’attenzione non è tutta per lui. Fumoso e pieno di sé, avanza con movimenti fluidi: la chioma nera e spumeggiante, il sorriso caldo e lo sguardo magnetico in cui specchiarsi e perdersi. Forte, passionale e dalla fragranza virile, esige e ottiene, senza remora alcuna. Al suo cospetto ogni mia velleità di indipendenza capitola irrimediabilmente: apre la mente e fa sorridere il cuore, siamo inseparabili, ma so di dovermi rassegnare ad un’amara realtà, il suo non essere fedele!

 

 

 

rameqinUn dessert dedicato agli irriducibili del caffè che ameranno affondare il cucchiaino nella cremosità aromatica, trascinando quelle minuscole particelle di polvere di caffè, avvinte nel candore pannoso, verso il soffice fondo ad incontrare il cioccolato amaro per un appuntamento memorabile con le grate papille: uno sbuffo di panna al caffè (puro in polvere) a sdrammatizzare un budino (al caffè) su un morbido letto, cosparso di cioccolato fondente!

 

 

Rameqin al caffè

Ingredienti x 6/8

 

 

g 200 panna fresca + 50 g panna per decorare

g 80 zucchero

g 50 latte

g 50 caffè espresso ristretto

2 tuorli codice 0 (ric. orig. 2 uova intere)

2 tuorli codice 0 (ric. orig. 4 tuorli)

6 savoiardi morbidi (da preferire dischi di pds)

100 g circa cioccolato fondente

caffè macinato in polvere

 

 

Preparazione. Riscaldare il latte senza farlo bollire, unendo anche il caffè espresso e lo zucchero. In una ciotola, mescolare i tuorli senza montarli, g 200 di panna non montata; aggiungere il misto caldo di latte e caffè, quindi distribuire il composto in 6 stampini da ramequin, dopo aver messo sul fondo di ciascuno (la ric. orig. prevede un savoiardo spezzettato, ma io consiglierei un dischetto di pds ritagliato con un anello di pasticceria) un quadretto di cioccolato frantumato grossolanamente.

Cuocere i ramequins a bagnomaria, nel forno già riscaldato a 170°, per 50' circa; servirli freddi, guarniti con ciuffi della panna rimasta e montata fermissima.

Completare con una spolveratina di caffè in polvere (imprescindibile!). [Tratto da La cucina italiana]

 

 

 

 

Lenny

http://unafinestradifronte.blogspot.com/