Pin It

L’ Inter vince 1-0 in casa del Cska Mosca e approda alla semifinale di Champions League dopo 7 anni. La vittoria viene siglata da una punizione di Sneijder al 6’pt. Nerazzurri fra le quattro grandi d’ Europa, ad un passo dalla finale di Madrid.

 

 

cska_02_672458_resizeMourinho schiera il 4-2-3-1 con Milito a fare da punta, con alle spalle Pandev sulla sinistra, Eto’o sulla destra e Sneijder centrale, mentre Santon e Thiago Motta sono tra i grandi assenti della serata. Ma la gara inizia subito in discesa per l’ Inter. Dopo appena sei minuti Milito ruba palla a Honda, si lancia dentro e subisce il fallo di Ignashevich al limite dell'area conquistando una punizione dal limite dell’ area. L’ olandese Sneijder, maestro delle punizioni di potenza, non tradisce le aspettative e lascia partire una rasoiata che buca la barriera e batte Akinfeev: 1-0.

 

All’ Inter non resta che gestire il grande vantaggio ed è brava a chiudere ogni spazio in difesa per poi ripartire in contropiede e al 35’ Milito sbaglia il raddoppio, quando su assist dell’ instancabile olandese lavora una buona palla in area, ma la conclusione è debole. Prima di andare negli spogliatoi il Cska si rende pericoloso con una gran botta di Odiah che Julio Cesar riesce appena a sfiorare e a mandare in corner.

 

 

Nella ripresa ci si aspetta il pressing dei padroni di casa che dovrebbero segnare almeno tre gol, ma dopo qualche minuto di gioco il terzino Odiah viene espulso per doppia ammonizione, l’ ultima delle quali per un fallaccio su Eto’o che lo aveva saltato. In dieci contro undici la squadra dello Special One ha vita facile, gestisce il gioco e le conclusioni a rete si fanno ancor più insistenti, grazie alle ubriacanti serpentine di un Eto’o in gran vena. E al 74’ c’è posto anche per Balotelli, lasciato inizialmente in panchina, e che prende il posto di uno stremato Milito.

 

L’ Inter aggancia così la semifinale e arriva con pieno merito tra le prime quattro grandi d’ Europa, un risultato che mancava da sette anni, quando in panchina c’era Hector Cuper.

 

Un risultato che inebria di gioia un euforico Mourinho che dichiara: “Con questa sono cinque vittorie consecutive in Champions: non solo siamo arrivati in semifinale, ma ci siamo arrivati in modo meritato e tranquillo. Questo è un cambio totale nella storia dell’Inter negli ultimi anni in Champions, questa è una squadra con fiducia e capacità, che può vincere la Champions o no, ma che in questo momento è un’Inter da Champions. Può succedere di tutto in semifinale e in finale, però sicuramente l’Inter la prossima stagione arriverà in Champions e il primo piede che metterà in questa competizione sarà pieno di fiducia. Mi sembra che la storia dell’Inter in Champions sia cambiata. Se vinciamo la Champions quest’anno è ottimo, se non la vinciamo l’Inter vincerà fra pochi anni. Mi sembra che mentalmente la squadra sia completamente un’altra, il modo in cui arriva alle partite è completamente diverso, difensivamente la squadra è stabile".

 

 


CSKA MOSCA-INTER 0-1

Marcatori: 6' Sneijder

 

Cska Mosca: 35 Akinfeev; 6 A. Berezutski, 24 V. Berezutski (14' 15 Odiah), 4 Ignashevich, 42 Schennikov; 2 Semberas, 11 Mamaev; 10 Dzagoev, 18 Honda (32' st 25 Rahimic), 13 Gonzalez; 89 Necid (26' st 20 Guilherme).

A disposizione: 1 Chepchugov, 14 Nababkin, 23 Piliev, 26 Oliseh.

Allenatore: Leonid Slutsky.

 

Inter: 12 Julio Cesar; 13 Maicon, 6 Lucio, 25 Samuel, 4 Zanetti; 5 Stankovic, 19 Cambiasso; 27 Pandev (18' st 26 Chivu), 10 Sneijder (41' st 11 Muntari), 9 Eto'o; 22 Milito (29' st 45 Balotelli).

A disposizione: 21 Orlandoni, 2 Cordoba, 7 Quaresma, 23 Materazzi.

Allenatore: José Mourinho.

 

Arbitro: Stephane Lannoy (Francia)

 

 

 

Luigi Ciamburro

 

Pin It

Commenti

Potrebbero interessarti

Nessuna connessione internet