tagliapietra-_immagine_guida

Il vetro è un materiale meraviglioso. Perché? Perché il vetro è vivo. Anche quando è freddo continua a muoversi.
È legato al fuoco, è legato all'acqua, è così naturale. Il vetro è la mia vita - Lino Tagliapietra



Apre a Venezia dal 19 febbraio al 22 maggio a Palazzo Cavalli Franchetti la prima mostra realizzata in Italia dedicata a Lino Tagliapietra, l'artista veneziano più noto e apprezzato nel mondo per la sua creatività e l'eccezionale qualità delle sue opere in vetro, autore di forme soffiate di straordinaria eleganza, realizzate con tecniche decorative sviluppate sulla base della tradizione veneziana, dagli effetti assolutamente moderni.

La mostra LINO TAGLIAPIETRA. Da Murano allo Studio Glass. Opere 1954 – 2011, curata da Rosa Barovier Mentasti e Sandro Pezzoli, è promossa dall'Istituto Veneto di Scienze, Lettere e Arti e da Civita Tre Venezie. Si avvale del contributo della Regione del Veneto, del patrocinio della Provincia di Venezia e del Comune di Venezia. La mostra è realizzata con la collaborazione di Venezia Iniziative Culturali e il supporto di Becky and Jack Benaroya, Paul and Roberta Bonanto, Cecilia Chung and Tony Leung, Bonnie Marx and John Laing, Susan and Mark Mulzet, Jim Schantz and Kim Sau.

Partner ufficiale è la Galleria «Scaletta di Vetro».

L'esposizione comprende una selezione di pezzi unici dell'ultimo decennio, tra cui alcune installazioni di stupefacente impatto formale e cromatico proposte in esclusiva, oltre ad una sezione storica che ricostruisce l'opera di Tagliapietra fin dai suoi esordi.

"Nel suo lavoro è difficile, se non impossibile, separare la fase progettuale da quella tecnico-sperimentale – afferma Rosa Barovier Mentasti – in quanto Tagliapietra pensa in vetro, concepisce l'opera nelle sue qualità estetiche unitamente alle modalità della sua esecuzione. Talvolta, forme e tessuti vitrei scaturiscono da sperimentazioni tecniche, da risultati inaspettati, a lungo accantonati e poi ripensati; altre volte il progetto iniziale si evolve nel corso della lavorazione".

Con la sua eccezionale sintesi di tecnica e arte, creatore ed esecutore delle sue opere, Tagliapietra ha avuto un ruolo determinante nello sviluppo dello 'Studio Glass', il movimento che vede il vetro diventare medium espressivo per gli artisti, nato negli Stati Uniti negli anni Settanta e strettamente connesso con le tendenze dell'arte contemporanea. Si tratta di uno scambio vicendevole: ammiratore dell'arte americana indigena e moderna, Tagliapietra, che realizza le sue opere tra Murano e Seattle, afferma di aver trovato ispirazione nei tessuti dei nativi americani, nei dipinti di Jackson Pollock e nell'architettura e nel design di Frank Lloyd Wright.

Le sue opere sono esposte nei più importanti musei europei ed extraeuropei, come il Victoria and Albert Museum di Londra ed il Metropolitan Museum di New York, oltre che nel Museo del Vetro di Murano.

Nessuna connessione internet