In mezzo ai fatti, tra le notizie, i Consumatori banchettano con i perché.

Perché in UK, da almeno un decennio, si è scelto di rinunciare all’industria manifatturiera a vantaggio di quella finanziaria che fa profitti con il credito, che rifocilla redditi insufficienti?

Perché i gestori della crisi hanno messo in campo politiche reflattive di ogni sorta per sostenere la domanda?

Perché, in ogni dove, si edificano più centri commerciali che centri produttivi?

Perché, in mezzo alla crisi, cresce l’impresa Groupon che fa affari organizzando gruppi d’acquisto?

Oh bella, vuoi vedere che si estrae più valore dall’esercizio del consumare che da quello del produrre?

La prova del 9: con i consumi delle famiglie si genera i 2/3 del Pil!

Vuoi vedere che toccherà riallocare le risorse economiche così generate in altro modo, magari per retribuire quel valore e, magari, andare oltre la crisi?

 

Mauro Artibani

Per approfondire il tema trattato: PROFESSIONE CONSUMATORE

Paoletti D’Isidori Capponi Editori

Marzo 2009

 

www.professioneconsumatore.org




Commenti

Potrebbero interessarti

Nessuna connessione internet