mpsContinua a tenere banco l’inchiesta su Banca Mps, finita nell’occhio del ciclone dopo la scoperta delle operazioni legate ai derivati finanziari che la banca avrebbe occultato dai bilanci passati per non far emergere un pesante rosso.

Sotto accusa sono finiti gli ex vertici del Montepaschi, ovvero Giuseppe Mussari (che si è dimesso qualche giorno fa dalla carica di presidente dell’Abi) e Antonio Vigni. Intanto, emergono nuovi movimenti finanziari sospetti legati all’acquisizione di Banca Antonveneta, mentre i magistrati stanno valutando se sia ipotizzabile anche il reato di truffa ai danni degli azionisti.

L’acquisizione di Banca Antonveneta presenta molti lati oscuri, che emersero già ai tempi della conclusione del deal per poi finire velocemente nel dimenticatoio. Antonveneta è stato il più grande affare di rivalutazione della storia dei mercati: acquistata nel 2007 da Santander per 6,6 miliardi di euro, fu comprata pochi mesi dopo da Mps per 9,3 miliardi di euro (anche se la cifra schizzò a 10,3 miliardi includendo oneri di vario tipo).

 

Tratto da:

IsayBlog

Commenti

Potrebbero interessarti

Nessuna connessione internet