lex

Oggi è stato sciolto il consiglio provinciale di Napoli. Ma cosa succede adesso? Cosa prevede la legge.

Il caso in questione è disciplinato dalla legge n 142 dell' 8 giugno 1990, denominata "ordinamento delle autonomie locali".

L'art. 37-bis si intitola "dimissioni, impedimento, rimozione, decadenza, sospensione o decesso del sindaco o del presidente della provincia", ed è quindi proprio quello che si riferisce alla situazione in cui ora si trova la provincia di Napoli.

L'articolo in questione afferma:" In caso di dimissioni, impedimento permanente, rimozione, decadenza o decesso del sindaco o del presidente della provincia, la giunta decade e si procede allo scioglimento del consiglio".

Secondo quanto recita la norma, quindi,"il consiglio e la giunta rimangono in carica sino alla elezione del nuovo consiglio e del nuovo sindaco o presidente della provincia. Sino alle predette elezioni, le funzioni del sindaco e del presidente della provincia sono svolte, rispettivamente, dal vicesindaco e dal vicepresidente"

Lo scioglimento del consiglio provinciale è quindi solo formale; infatti, fino alle nuove elezioni, il presidente sarà sostituito dal vicepresidente e, se anche questo fosse impossibilitato, sarà nominato un commissario. 

Nessuna connessione internet