sindrome accento straniero

Una donna australiana, dopo il trauma cranico conseguito a un incidente automobilistico, ha sviluppato una rarissima condizione patologica denominata “Sindrome dell'Accento Straniero”.

La protagonista di questa singolare circostanza, Leanne Rowe, è una donna nata in Tasmania, la quale, otto anni fa, è stata vittima di un incidente automobilistico in seguito al quale ha riportato la frattura dell'osso mascellare. Dopo quell'episodio, la stessa ha cominciato a esprimersi con un accento tipicamente francese.

L'acquisita cadenza la imbarazza non poco, come ha lei stessa ribadito in una intervista concessa all'emittente televisiva “Australian Broadcasting Corporation”, tanto da farle dichiarare di preferire ormai la notte al giorno, dato che allora la situazione non soltanto sia più calma, ma soprattutto non la ponga in relazione con gli altri. Perché, senza nulla togliere ai francesi, lei è orgogliosa delle proprie origini australiane. Quello in questione, è il secondo caso del genere registrato in Australia.

La “Sindrome dell'Accento Straniero” fu descritta la prima volta nel 1907. Finora ne sono conosciute poche decine di casi nel mondo. In seguito alla osservazione di una analoga circostanza verificatasi in Nuova Zelanda, nel 2010, quando un uomo affetto da scerosi multipla ha cominciato a esprimersi in perfetto accento londinese, grazie al dirimente contributo offerto dalle indagini radiologiche, è stato possibile stabilire che la base anatomica del disturbo sia da ricondurre a un trauma subito dalla regione cerebrale preposta al controllo del linguaggio.