luca parmitano spazio
E' iniziata la "passeggiata spaziale" di Luca Parmitano, l'austronauta italiano insieme al collega statunitense Chris Cassidy sta compiendo la prima Eva (Extra-vehicular Activity) della missione Volare, partita lo scorso 28 maggio, l'evento è cosi importante che sia l'Agenzia Spaziale Italiana (Asi) che la Nasa stanno trasmettendo la diretta dell'evento in streaming sui propri siti.
Durante l’uscita gli astronauti svolgeranno diversi compiti di manutenzione della stazione, tra cui la sostituzione e l’installazione di nuovi componenti, come lo Space-to-Ground Transmitter Receiver Controller, e il recupero di altri, come gli strumenti Optical Reflector Materials Experiment III (ORMatE-III) e il Payload Experiment Container, che hanno permesso di valutare l'impatto dell'ambiente spaziale sui materiali, spiegano dalla Nasa.
Parmitano, classe 1976, oltre ad essere il primo italiano a passeggiare nello spazio, sarà anche il più giovane astronauta a farlo.
 
Nei primi quaranta giorni passati sulla stazione spaziale ha scattato innumerevoli foto del nostro pianeta, testimoniando come vedere la Terra dall’Iss sia un’esperienza unica, che ne cambia la percezione: “A questa distanza non si riesce a rendersi conto dell’altezza delle montagne, della profondità di una valle o dell’insormontabilità di un fiume, per cui il mondo diventa uno: senza frontiere”, racconta Parmitano sul blog dell’Esa. “L’idea che sulla terra ci sia della gente che si batte, che uccide e che si fa uccidere per il potere di essere in un posto piuttosto che un altro è assolutamente aliena vista da qui”, conclude l'astronauta.