Pin It

L'Unione Europea incentiva idee per una mobilita' sostenibile nei centri urbani.

"Cyclelogistics", e' questo il nome del progetto avviato dall'Unione Europea con lo scopo di delineare nuovi scenari
di mobilita' sostenibile in citta', al momento sono 322 i centri urbani coinvolti ed il risultato e' piu' che positivo,
infatti ad oggi e' emerso che e' concretamente possibile spostare il 51 per cento dei trasporti cittadini su bici.
I vantaggi che offre il progetto sono vari ma due meritano di essere sottolineati, le biciclette possono percorrere una rete
stradale più densa, non hanno problemi di parcheggio e possono accedere praticamente a qualsiasi area, inoltre il beneficio
che ne trae l'ambiente e di rilevante importanza perche' se si riuscisse a spostare anche un solo viaggio su mille
da veicoli a combustibile fossile a pedali si otterrebbe una riduzione di 37 mila tonnellate di CO2 all'anno
per un risparmio di 15 milioni di litri di benzina, il risparmio in termini economici ammonterebbe a 24 milioni di euro annui
che invece vengono investiti in combustibili fossili.
Johan Erlandsson, titolare del sito Ecoprofile, sostiene che lo spostamento di merci rappresenta il 15% sul totale
dei trasporti cittadini, ma assorbe energia nella misura del 30%, allora ecco che un passaggio alla bici risolverebbe molti problemi.
Per quanto riguarda i viaggi di privati per fare acquisti o semplicemente una sana pedalata,
solo il 14% del totale sono voluminosi al punto da esigere l'utilizzo di bici da carico,
ma solo il 6% richiederebbe un'automobile.
Gli spostamenti per lo shopping, che coprono il 22% degli spostamenti nei centri urbani,
hanno il più alto potenziale di cambiamento.
Questo progetto sembra essere una grande occasione per liberare le nostre citta', le citta' italiane,
dalla cappa di smog e inquinamento che le soffoca pian piano ormai da lungo tempo, speriamo di cogliere al volo
questa importante occassione.

Pin It

Commenti

Potrebbero interessarti

Nessuna connessione internet