Napoli (4 NOV.) - Sono stati tutti assolti con formula piena i 28 imputati implicati nel processo per lo smaltimento rifiuti in Campania. Gli imputati erano accusati di truffa, frode e falso. 

Il processo è stato condotto davanti alla quinta sezione del Tribunale di Napoli, presieduta da Maria Adele Scaramella.
Fra gli imputati di spicco figurava Antonio Bassolino, ex governatore della Campania, che all'epoca dei fatti contestati deteneva anche la carica di Commissario Straordinario all'emergenza rifiuti.
I reati, che risalivano al quinquennio 2000 e 2005, erano in parte già caduti in prescrizione; infatti, per Bassolino l'accusa, il PM Paolo Sirleo, aveva chiesto la prescrizione di tutti i capi d'imputazione, pur ritenendo l'imputato implicato a vario titolo nella commissione dei fatti illeciti.
Fra gli altri imputati che sono stati prosciolti figurano: Pierluigi Romiti, ex manager di Impregilo, Raffaele Vanoli, Angelo Pelliccia e Armando Cattaneo, ex amministratore delegato di Fibe.

Nessuna connessione internet