Foto Ansa

forti condannato a vent'anni

Reggio Emilia (4 NOV) - E' stato condannato a vent'anni Ivan Forte, l'uomo che il 19 aprile 2012  ha ucciso a Rubiera la sua compagna, Tiziana Olivieri, di 40 anni.


Dopo aver ucciso la donna, Forte aveva appiccato un incendio nell'appartamento in cui abitava con la compagna per impedire agli inquirenti di trovare prove del delitto da lui commesso.
Il giorno seguente, però, l'uomo non ha retto alla tensione, e ha confessato tutto ai carabinieri.
La vicenda processuale di Forte è stata da subito travagliata; per prima cosa, è stato scarcerato per decorrenza dei termini di custodia cautelare, e questo ha destato scandalo. Inoltre, il processo è stato ulteriormente dilatato a causa della perdite di alcuni fascicoli relativi alle intercettazioni telefoniche di Forte.
Il PM aveva chiesto per lui l'ergastolo. Il giudice, nonostante la condanna, non ha comunque disposto la carcerazione, quindi l'imputato rimane a piede libero.
Secondo la madre della vittima, la pena è troppo lieve e Forte "ucciderà di nuovo".

Commenti

Potrebbero interessarti

Nessuna connessione internet