Pin It

legge di stabilità
Roma 7 NOV - La bozza collegata al decreto di stabilità dispone delle novità in vari ambiti; dai conti correnti, alla politica industriale, al credito di imposta, all'editoria.

Molto importante è la norma che abolisce ogni spesa inerente al trasferimento dei conti correnti. Spostare un conto da una banca all'altra non comporterà più spese a carico del cliente.
A questo proposito, sono imposti alla banche dei termini essenziali, cioè obbligatori, entro i quali spedire le informazioni relative al cliente che ha deciso di trasferirsi in un altro istituto di credito. Al cliente non dovranno essere addebitate neanche le spese relative alla comunicazioni interbancarie. Le banche, inoltre, dovranno quanto prima addebitare gli ordini di pagamento sui conti dei nuovi clienti.
Altra novità della bozza è quella che riguarda la politica industriale; entro il 30 giugno di ogni anno, il governo dovrà predisporre un programma di politica industriale, che dovrà perseguire lo sviluppo economico e il rinnovamento del sistema fiscale, e mettere in atto strumenti per l'accesso al credito delle aziende.
Al fine di rendere più svelti i processi aziendali, la bozza prevede un Voucher che ha il fine di digitalizzare le piccole e medie imprese. Il Voucher ammonterà a 10 mila euro per ciascun richiedente. Si tratta di un finanziamento a fondo perduto, per permettere alle imprese di modernizzarsi.
E' inoltre previsto un credito d'imposta, fino a 2.5 milioni di euro, per le imprese che svolgono attività di ricerca e sviluppo.
La bozza incorpora altre due norme: una relativa agli incentivi sulle rinnovabili, che prevede degli sgravi fiscali, l'altra che riguarda le agevolazioni per il settore dell'editoria.

Pin It

Commenti

Potrebbero interessarti

Nessuna connessione internet