Bari - Ha confessato l'uomo che l'undici novembre a Torre di Mare, a Sud di Bari, ha ucciso la sessantenne Caterina Susca strangolandola. La donna era stata trovata morta nel suo appartamento.

Il presunto assassino si chiama Nwajiobi Donald, ed è un uomo di nazionalità nigeriana; avrebbe confessato il suo misfatto durante l'interrogatorio, nel quale gli inquirenti gli avrebbero opposto "numerose prove a carico raccolte nelle ore immediatamente successive alla feroce aggressione".
Secondo quanto emerge in un nota diffusa dalla Procura, per la soluzione del caso è stata "indispensabile" la collaborazione di alcuni vicini di casa della donna, i quali hanno fotografato l'uomo mentre usciva dall'abitazione della vittima.
Per l'omicidio della donna è stato inizialmente fermato un uomo ghanese di trent'anni, che è stato però rilasciato martedì scorso in serata.

Non è ancora certo il movente dell'omocidio. Secondo quanto riferisce "Il Quotidiano Italiano.it", pare che la donna abbia fatto entrare il suo assassino in casa per offrirgli aiuto e cibo; cosa abbia spinto Donald al delitto non è stato, però, ancora chiarito.

Nessuna connessione internet