Calcutta, 3 gennaio - La ragazza che è stata stuprata e poi bruciata viva nella periferia di Calcutta (clicca qui  ) non aveva 16 ma 12 anni. 

E' quanto emerso dalla rivelazione di un giornale, confermata anche dai dati registrati dalla scuola frequentata dalla ragazza. La notizia è diffusa dall'Ansa.

La bambina, che è stata stuprata per ben due volte nel mese di ottobre del 2013, sarebbe nata il 5 febbraio 2011.

In India, soprattutto in alcune zone, la registrazione delle nascite spesso non viene effettuata; capitano spesso, quindi, dubbi e incertezze intorno alla vera età.

La notizia della morte della bambina ha scatenato moltissime proteste e manifestazioni in tutta l'India.

L'intento del legislatore indiano è quello di emanare nuove norme che prevedano misure di sicurezza più efficaci per la tutela delle donne.

Commenti

Potrebbero interessarti

Nessuna connessione internet