Circa un anno fa un ingegnare romano è stato arrestato per aver ucciso una sua amica, che si era volontariamente sottoposta al Bondage.

Durante la notte a cavallo fra i 9 e il 10 settembre 2012 l'ingegnere romano ha applicato la tecnica del bondage alla ragazza, che è morta per asfissia.
Dopo il processo, l'ingegnere è stato condannato ad una pena di 4 anni e otto mesi.

Il bondage è una tecnica erotica in realtà moto diffusa, tanto che sono nati diversi siti e comunità facebook e addirittura scuole.

E' una pratica antichissima, e proviene dall'antico Giappone; in sostanza, consiste nell'ottenere il piacere sessuale attraverso l'immobilizzazione della partner per mezzo di corde e bavagli, finché la stessa non sia completamente ferma e nella totale impossibilità di muoversi.

Questa pratica può però essere molto pericolosa; è necessario ricordare che, se non eseguite con rigore e con il rispetto di alcune regole, le legature possono portare al decesso della donna.

In particolare, non bisognerebbe mai legare il collo; inoltre, è necessario fare attenzione affinché le parti corporee pressate dalle corde non diventino viola.

Sarebbe anche opportuno praticare questo tipo di attività erotica con una persona della quale si ha la massima fiducia e conoscenza.

Non bisogna prendere alla leggera certe pratiche; un'attività fatta per il mero gusto di divertirsi, o per sentirsi trasgressivi, può essere, se non eseguita con il rispetto di alcune regole di sicurezza, letale.

Le persone attratte da questo tipo di attività dovono quindi prestare la massima attenzione.

Commenti

Potrebbero interessarti

Nessuna connessione internet