Pin It

marina militare

Finisce in carcere il capitano della Marina Militare, Roberto La Gioia, dopo un fulminea operazione dei carabinieri, che con una manovra delicata ha trovato il sopracitato in flagranza di reato.

 L’accusa per il quarantacinquenne militare, è di concussione. Prima dell’arresto aveva da poco intascato una mazzetta di 2.000 euro da un titolare di un’azienda che forniva servizi. E’ stato lo stesso titolare, che alla richiesta di una tangente da parte del capitano La Gioia, ha avvertito i carabinieri, e collaborato all’arresto.

 Dopo l’arresto le forze dell’ordine hanno scortato La Gioia in caserma, e dopo le pratiche di rito lo hanno condotto nel carcere di Largo Magli. Molto probabilmente questo potrebbe essere solo l’inizio di una indagine investigativa molto più grande, con l’occhio puntato sugli appalti e i mandati dei pagamenti della Marina.

 In seguito ad ulteriori controlli, sono stati rinvenuti a casa del capitano di fregata, 40 mila euro e molteplici documenti utili, dei quali La Gioia dovrà indicare la provenienza dei soldi. Si attendo ancora sviluppi sulla vicenda.

 

Pin It

Commenti

Potrebbero interessarti