Continuano le indagini per portare luce al terribile agguato di Palagiano, e per consegnare alla giustizia i tre sicari autori della sanguinosa azione.

Tra le ipotesi che si stanno varando per la risoluzione del caso, si inizia a prendere in considerazione quella dove si vede la mamma, nonché compagna di Cosimo Orlando, come bersaglio principale del triplice omicidio.
La donna, Carla Maria Fornari, infatti, dopo essersi costituita come parte civile al processo, aveva testimoniato contro gli assassini dell’ex marito Domenico Petruccelli, 35 enne ucciso nel maggio 2011, e del pregiudicato 52enne Domenico Attorre.

Fu la testimonianza della donna a inchiodare i due assassini di quel duplice omicidio, e proprio per questo la polizia sta iniziando a prendere in considerazione l’ipotesi di una vendetta nei confronti della donna.
Per quanto riguarda invece i due bambini rimasti illesi nell’attentato, si suppone che per l’istinto di sopravvivenza i due si siano finti morti durante l’agguato. Durante la sparatoria, i due bambini si sono accasciati sul sedile posteriore della Matiz, inducendo a credere ai sicari di essere morti, e guadagnandosi cosi la salvezza.

Nonostante tutto nulla potrà mai cancellare quelle terribili scene dai ricordi dei bambini, che ormai saranno segnati a vita da questo episodio. Gli psicologi sono già a lavoro, ma sarà molto difficile far dimenticare loro, l’orrore di cui sono stati spettatori impotenti.