femminicidio

Salerno, 1 dicembre - Cosimo Pagnani, un uomo di 32 anni, è accusato di aver ucciso l'ex moglie, Maria D'Antonio, di anni 34, con un coltello utilizzato per i lavori agricoli.

Il fatto è avvenuto a Postiglione, in provincia di Salerno, intorno alle 19.00 di domenica 30 novembre.  

Dopo averne annunciato il delitto su Facebook, l'uomo si sarebbe recato nell'abitazione della donna, e l'avrebbe ammazzata colpendola in diverse parti del corpo con il coltello.

I Carabinieri che stanno indagando sul caso non sono del tutto sicuri che la scritta minatoria comparsa su Facebook possa essere proprio del Pagnani; in merito saranno effettuati dei controlli.

Si è certi, tuttavia, che la pagina Facebook in cui è comparsa la minaccia sia proprio dell'uomo.

I familiari della donna, che si trovavano lì vicino, sentendo le sue urla si sono allarmati e hanno subito chiamato i Carabinieri.

Al loro arrivo, i miliari non sono subito riusciti ad entrare nell'appartamento, poiché il Pagnani si era chiuso dentro e non voleva uscire.

I Carabinieri sono quindi entrati sfondando la porta e, all'interno dell'abitazione, hanno ritrovato l'arma del delitto.

L'uomo, che subito dopo è stato trasportato in ospedale per una ferita al ginocchio, avrebbe ucciso l'ex moglie per motivi familiari; i due, infatti, si contendevano la custodia della figlia, una bambina di 4 anni alla quale il Pagnani era fortemente legato. 

Commenti

Potrebbero interessarti