Pin It

ipogeo s. andrea
Al via il 20 dicembre l'iniziativa di Camera di Commercio, Terra, Nobilissima Taranto e Arcivescovato. Il programma completo dei presepi artistici e viventi

Gli ambienti ipogei della Città Vecchia tornano a riaprire le proprie porte al grande pubblico, candidandosi a diventare il polo di attrazione principale del Natale a Taranto. Chiusi, nascosti ed inaccessibili non più tardi di qualche mese fa, gli ambienti sotterranei della Taranto greca, romana e bizantina di cui la città si è già riappropriata nel corso dell'ultima edizione de "L'Isola che Vogliamo" con decine di migliaia di visitatori si preparano a vestirsi per qualche giorno da grotta di Betlemme, per diventare il palcoscenico ideale per la messa in scena della storia più bella del mondo, quella della Natività.
Le associazioni Terra e Nobilissima Taranto l'avevano promesso all'indomani della kermesse estiva: "continueremo per tutto l'anno a lavorare per la valorizzazione di Taranto Vecchia", dopo che il monumentale lavoro di ricerca di Nello De Gregorio aveva prodotto una prima mappatura degli ambienti ipogei dell'Isola. Così il 20, 21, 22, 23, 26, 27, 28 e 29 dicembre e il 3 e 6 gennaio, quegli stessi ambienti porteranno per la prima volta nella Città Vecchia la tradizione del Presepe. Un evento dal carattere davvero unico, considerando l'inedita commistione di tradizione, storia e sperimentazione. Con "Natale nell'Isola... dei presepi", ad esempio, il capoluogo ionico si candiderà per la prima volta ad essere luogo di incontro e promozione delle tradizioni e delle eccellenze locali, mettendo una accanto alle altre scene dei presepi viventi di Crispiano (Palazzo Ulmo, 29 dicembre), Faggiano (Palazzo Ulmo, 20 e 21 dicembre), San Marzano (Palazzo Stola, 29 dicembre e 3 gennaio) e Lama (28 dicembre, via Cava 76). Allo stesso tempo, nel corso dell'iniziativa messa in campo grazie al fondamentale contributo della Camera di Commercio di Taranto e con il sostegno dell'Arcidiocesi di Taranto, "Natale nell'Isola... dei presepi", sarà anche terreno di sperimentazione artistica. È il caso dell'avanguardistica performance alla quale Vittorio Nunnari, Giuseppe Musolini e Giorgio Ciardo daranno vita nell'Ipogeo di via Cava 99 (dal 20 dicembre), declinando in chiave di arte cinetica attraverso la tecnica del video-mapping le immagini con cui il Giotto e il Beato Angelico hanno raccontato la Natività nella Cappella degli Scrovegni.
Il percorso dei presepi artistici e viventi, a cui si affiancheranno quelli degli eventi artistici e culturali, dei concerti e dei Luoghi del Gusto, verrà inaugurato sabato 20 dicembre e sarà interamente accessibile al prezzo simbolico di 3 euro.
Per ulteriori informazioni si rimanda al sito internet www.tarantovecchia.it


I PRESEPI ARTISTICI

20 – 21 – 22 – 23 – 26 – 27 – 28 - 29 Dicembre, 3 – 6 Gennaio

Circuito tra gli ipogei allestiti con i Presepi
(Costo dell’ intero circuito euro 3)

1) Ipogeo Palazzo Galeone Via Pentite – Presepi lignei scultorei di
Augusto Bruschi

2) Ipogeo Palazzo Santamato – “Presepiando” Presepi a cura dell’ Ass.
Amici del Presepio - “Natale in Fotografia” Mostra Fotografica & Video
Curata da Associazione Fotografi & Videografi Jonici

3) Ambiente Rupestre Via Cava 92 – Presepi a cura di Giancarlo Ingrosso – Presepi del Mare di Nicola Giudetti

4) Ipogeo Palazzo Gennarini – Esposizione Presepi a cura di Calogero Cangiolosi – “I Bambinelli” di Fedele Massante

5) Ipogeo Piazza S. Francesco – “Il Presepe nel Castello” Presepe di Adolfo Reale

6) Ipogeo Cantiere Maggese Via Cava – piano rialzato presepe a cura dell’Associazione presiepistica “Vivere Betlemme” di Statte
Presepi di Michele Mancone

7) Ipogeo Palazzo Mannarini – Presepi del Museo della Ceramica di Grottaglie

8) Fornace Via Cava 76 – “Il Presepe della Fragilità” a cura del Laboratorio Espressivo – Manipolativo del Centro Diurno
Dipartimento di Riabilitazione ASL TA

9) Ipogeo Vico Ospizio 6 – “La Grotta di Betlemme” a cura dei Ragazzi
della Fondazione Rocco Spani

10) Ipogeo Via Cava 99 – La Natività nell’ Arte Cinetica – Videomapping
a cura di Giuseppe Musolino – Giorgio Ciardo – Vittorio Nunnari

11) Frantoio Normanno Via Cava – Presepi a cura del Coordinamento
Associazione Volontariato di Martina Franca

12) Ipogeo di Palazzo Galeota

Tra memoria e realtà… quindici giovani artisti in mostra
​a cura di Roberto Lacarbonara

13) Chiesa di S.Anna, Vico Civitanova

a cura di Associazione Tarantinìdion e Archeoclub di Taranto “U Presepe de Ze Peppe” di Giuseppe Axo
​a cura di Roberto Lacarbonara

Esporrano inoltre Claudio Fanelli – Pietro Corallo – Giuseppe D’Andria – Pasquale Catapano

I PRESEPI VIVENTI

- 17 Dicembre Cantiere Maggese Via Cava – ore 17.30
Presepe vivente a cura dell’Istituto Comprensivo San Giovanni Bosco in collaborazione con il Comitato per la Qualità della Vita e i Licei Artistici Calo Grottaglie-Taranto.

- 20/21 Dicembre Palazzo Ulmo – ore 17.30
Presepe Vivente a cura di “Associazione per le tradizioni popolari Presepe Vivente di Faggiano”

- 20/21 Dicembre / 6 Gennaio Piazza Duomo – ore 19.00
Presepe Vivente a cura della parrocchia Cattedrale e della Confraternita di Santa Maria di Costantinopoli

- 21 Dicembre Frantoio Normanno Via Cava – ore 17.30
Presepe Vivente a cura del gruppo scout Agesci
Taranto 5

- 29 Dicembre Palazzo Ulmo – ore 17.30
Presepe vivente a cura della Pro-loco e del Comune di Crispiano

- 29 Dicembre / 3 Gennaio Palazzo Stola – ore 17.00
Inaugurazione con partenza ore 17.00 da Corso Due Mari Ponte Girevole Presepe Vivente a cura del “Comitato per le tradizioni popolari Presepe vivente di S.Marzano”

- 28 Dicembre – Via Cava 76 – ore 17.30
Presepe vivente a cura di “Calata dei Magi” di Lama(TA).

IPOGEI VISITABILI

- Ipogeo S. Andrea degli Armeni
- Ipogeo Osservatorio Geofisico Luigi Ferraiolo
- Ipogeo Vico Calò
- Ipogeo Palazzo Delli Ponti
- Ipogeo Largo Gennarini
- Ipogeo Arco Paesiello

Pin It

Commenti

Potrebbero interessarti