NAPOLITANO

Roma, 14 gennaio - Giorgio Napolitano, Presidente della Repubblica, ha rassegnato le sue dimissioni.

Oggi il Presidente ha consegnato una lettera, con la quale ha annunciato l'intenzione di dimettersi. La lettera è stata letta in aula da Laura Boldrini, attuale Presidente della Camera.

Conclusa la lettura, molti applausi sono stati indirizzati al Presidente, che per nove anni ha onorato la sua carica. Napolitano, inoltre, è stato l'unico Presidente nella storia della nostra Repubblica ad essere stato eletto due volte.

Napolitano sarà provvisoriamente sostituito da Pietro Grasso, attuale Presidente del Senato.

Le prossime elezioni del Presidente della Repubblica si terranno il 29 gennaio; come prescrive la Costituzione, il parlamento si riunirà in seduta comune.

Numerosi sono gli attestati di stima rivolti a Napolitano, provenienti sia dal mondo politico che imprenditoriale.

Giorgio Squinzi, capo della Confindustria, ha affermato: "Considero il Presidente Napolitano un grande e importante fattore di stabilizzazione del nostro Paese, soprattutto in una situazione di alta volatilità».

Il leader tedesco Joachim Gauck ha asserito che Napolitano ha positivamente "inciso su politica Italia e Ue".

Il Presidente del Parlamento Europeo Martin Schulz ha affermato che di Napolitano ha "un ricordo bellissimo".

L'attuale Pontefice, Papa Francesco, ha ringraziato Napolitano attraverso una nota della Santa Sede: "Sincera stima e vivo apprezzamento per il suo generoso ed esemplare servizio alla Nazione italiana".

La politica ringrazia Napolitano

Il premier Matteo Renzi ha personalmente omaggiato Napolitano su Twitter, creando la pagina "Grazie Presidente". 

Un ringraziamento personale è giunto da Laura Boldrini, la quale con uno scritto ha espresso "gratitudine" al Presidente dimissionario: "Per quanto mi riguarda, sento il desiderio di ringraziarla nuovamente, per il supporto e il sostegno che Lei ha voluto costantemente offrirmi, rappresentando per me un solido e fondamentale punto di riferimento". 

Pier Luigi Bersani su Twitter ha affermato: "Come si dice dalle mie parti: ci hai tenuti all'onor del mondo!".

Guglielmo Epifani su Facebook: "Hai svolto il tuo alto ufficio con grande senso di responsabilità e capacità. Il Paese ha riconosciuto nella tua figura un punto di riferimento e di stabilità in anni difficili sia dal punto di vista economico e sociale, sia dal punto di vista politico"

Per Graziano Del Rio, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Napolitano è stato  "riferimento per i cittadini in anni difficili, garante di una Patria unita e coesa". 

A mezzogiorno Giorgio Napolitano ha ricevuto il saluto dalle guardie d'onore.

Commenti

Potrebbero interessarti

Nessuna connessione internet