pisapia - foto di repertorio

 

 

 

 

Milano, 6 maggio - A seguito delle violenze verificatesi sabato 1 maggio ad opera dei facinorosi che hanno manifestato contro l'Expo, il Comune di Milano ha deciso di risarcire di danni a tutti i cittadini che hanno subito i danni assegnando loro un contributo di solidarietà.  

Durante la manifestazione No-Expo la città di Milano è stata quasi devastata; i violenti hanno rotto parecchie vetrine di negozi e di banche, provocando ingenti danni.

Palesando enorme disapprovazione nei riguardi dei manifestanti violenti, il Sindaco Giuliano Pisapia in una nota ha dichiarato: "Milano non può accettare nessun tipo di violenza che crea danni enormi alla città e ai cittadini. Bisogna fare di tutto per isolare, individuare e punire chi ha provocato danni non solo economici a una città che ha nel suo Dna il ripudio stesso della violenza". 

Dello stesso tenore è la dichiarazione della vice-sindaco Ada Lucia De Cesaris e dell'assessore alla Sicurezza e Coesione sociale Marco Granelli: "Ribadiamo la nostra ferma condanna contro chi manifesta in modo violento e causa danni a cittadini e beni comuni. La nostra solidarietà si esprime in modo concreto, per questo abbiamo deciso di riconoscere immediatamente un contributo a cittadini e commercianti".

I cittadini che vogliono chiedere il contributo di solidarietà posso contattare il seguente numero 02.88452364, attivo dal lunedì al venerdì nella fascia oraria dalle ore 8.30 alle 16.00, oppure inviare una mail al seguente indirizzo di posta elettronica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.