Pin It


foto corriere della sera foto Corriere della Sera 

Legnano, 24 giugno - Nell'ambito di un'indagine soprannominata "Arma Letale", i carabinieri della compagnia di Legnano hanno arrestato otto persone con l'accusa di detenzione illecita di armi.

Si tratta di uno dei più importanti sequestri di armi avvenuto negli ultimi tempi; i militari, infatti, hanno rinvenuto in tutto 200 pezzi di armi altamente offensive.

Sono stati sequestrati 126 fra baionette e pugnali, 23 sciabole, 4 pistole lanciarazzi, 6 mitragliatrici, 74 fucili, per un valore complessivo superiore a 200 mila euro.

Le indagini sono state condotte in collaborazione con i carabinieri di Bergamo, Chiari e San Giovanni in Persiceto.

Le persone arrestate erano insospettabili e svolgevano una vita comune: autisti, muratori, pensionati, ex dipendenti pubblici.

Durante le perquisizioni i miliari hanno scoperto che una delle persone coinvolte conservava un kalashnikov sotto il letto del figlio di appena sei anni.

Un ottantenne aveva inoltre costruito un laboratorio all'interno del quale potenziava le armi rendendole più pericolose.

Gli inquirenti stanno ancora indagando per scoprire se, con quelle armi, siano stati commessi delitti.

I militari devono ancora verificare la provenienza della armi e se gli indagati ne facevano commercio rivendendole nel mercato nero. 

Pin It

Commenti

Potrebbero interessarti