Può scordarsi del “mantenimento” e dell’attribuzione della casa coniugale, la donna che si sia sposata soltanto per interesse economico, non vivendo mai con il marito, approfittando delle sue difficoltà psicologiche, e privandolo di qualsiasi forma di affettività sia morale sia fisica.

Alla stessa, infatti, va addebitata la separazione per aver violato i doveri di assistenza morale e materiale previsti dal matrimonio. A stabilirlo è stato una recentissima sentenza del Tribunale di Bari, pubblicata proprio a ridosso della “Festa della donna”, pronunciandosi sulle istanze di una donna che chiedeva l'assegnazione della casa coniugale, e il mantenimento da parte dell'ex marito.

Il Tribunale pugliese ha invece rigettato “in toto” tali richieste, e non ha avuto dubbi sull'addebito della separazione alla donna. Non solo la stessa è rimasta indifferente alla depressione del marito, avendogli fatto mancare il sostegno morale e materiale, e lasciandolo solo ad affrontare il grave problema di salute, violando così gli obblighi di assistenza coniugale (v. anche in merito Cass. n. 19065/2008), ma dalle risultanze processuali era emerso che la donna rifiutava addirittura da oltre tre anni di avere rapporti sessuali con il medesimo!

Il tutto veniva confermato dai familiari del marito, nonché dal mediatore familiare che lo stesso marito aveva fatto intervenire nella vicenda per salvare il salvabile, e provare a ricucire un rapporto coniugale basato su un minimo di affettività psico-fisica.

In conclusione , per il Tribunale di Bari ,in questo caso la separazione va addebitata alla moglie, la quale non ha quindi diritto al mantenimento, né tantomeno alla casa coniugale, che, soltanto, nel caso in cui dal matrimonio fossero nati figli sarebbe stata alla loro tutela destinata a prescindere dal titolo di proprietà della stessa.

E tra l'altro, per il giudice pugliese, l‘immobile non può neanche essere qualificato come dimora familiare, visto e considerato che non è stata abitato da entrambi i coniugi ma, per la maggior parte del tempo, soltanto dal marito, al quale, dunque, rimane!

Nessuna connessione internet