Pin It

Innovativa ed importante recentissima pronuncia della terza sezione penale della Cassazione che, con la sentenza n. 36866/2016, ha confermato la condanna a 2mila euro di multa, per il reato previsto dall'art. 727 c.p., nei confronti di un uomo giudicato responsabile di avere inflitto gravi sofferenze al proprio pastore tedesco.

In definitiva, la Suprema Corte ha sancito il principio di diritto in forza del quale il cane lasciato in giardino, senza compagnia e lontano dall'abitazione, integra il reato di abbandono.

Nel caso in esame, il povero animale viveva infatti in condizioni di salute precarie, tanto che secondo i testimoni non si reggeva sulle zampe, emanava cattivo odore, aveva macchie di sangue, otite e varie lesioni.

Rigettato ogni tentativo di difesa del proprietario, la Cassazione, confermando quanto statuito dal giudice di merito, ha ritenuto integrata la responsabilità penale dell'uomo per il fatto che egli abbia detenuto il cane "in luogo distante dalla propria abitazione, quindi, con poche occasioni di stare in sua compagnia, e in condizioni di salute precarie e sicuramente produttive di sofferenza fisica per l'animale, non curandosi adeguatamente dello stesso, tanto da non essersi nemmeno accorto della sua situazione fisica".

In sintesi - ha sottolineato la Suprema Corte- "quel che si rimprovera al proprietario del pastore tedesco è l'omessa prestazione di cura e assistenza, dovuta ad un comportamento di trascuratezza colposa".

E per la giurisprudenza costante, hanno ribadito, costituiscono maltrattamenti idonei ad integrare il reato di abbandono di animali "non soltanto quei comportamenti che offendono il comune sentimento di pietà e mitezza verso gli animali per la loro manifesta crudeltà, ma anche quelle condotte che incidono sulla sensibilità psico-fisica degli stessi, procurando loro dolore e afflizione". Ciò è esattamente quanto ravvisato dal giudice di merito alla luce delle condizioni igienico-sanitarie in cui era tenuto lo sfortunato animale!

Foggia, 28 settembre 2016

avv. Eugenio Gargiulo

Pin It

Commenti

Potrebbero interessarti

Nessuna connessione internet