Martinetto idraulico, cos’è, quanto costa e come si ripara

Utile da tenere in auto, indispensabile in qualsiasi officina meccanica, scopriamo qualcosa di più su questo utensile.

In pochi lo conoscono con questo nome ma in tanti lo avranno visto chissà quante volte presso una officina meccanica oppure da un gommista, magari chiamandolo semplicemente cric (ma in questo caso il nome completo è cric idraulico), ma lasciamo stare poiché la questione è secondaria. “Datemi una leva e vi solleverò il mondo”… diceva il Archimede, certo, servirà anche un punto di appoggio ma questi sono dettagli. Ecco magari con il martinetto idraulico non riuscirete a sollevare il pianeta Terra ma la vostra auto di sicuro e senza sforzi. 

Perché abbiamo citato il matematico greco? Perché il martinetto idraulico funziona come una leva. La sua potenza deriva dal meccanismo di cui è dotato, ossia, un cilindro idraulico che impiega la sua forza su tutta la direzione della sua estensione.

I tipi di martinetto idraulico

Ci sono due tipi di martinetto idraulico: quello a bottiglia e quello a carrello. Il primo è sprovvisto di carrello ma può essere acquistato come accessorio, dunque si può mettere e togliere a seconda delle esigenze. Per entrambi il funzionamento è lo stesso: si azionano con una leva che permette di sollevare, ad esempio, l’auto all’altezza necessaria a eseguire lavori come il cambio delle ruote. Chiaramente in un’officina meccanica non troverete il martinetto a bottiglia bensì quello a carrello, tuttavia entrambi sono realizzati con lo stesso materiale: il ferro. 

I costi

Quanto costa un martinetto idraulico? Beh abbiamo detto che ce ne sono di due tipi e chiaramente differiscono per il prezzo ma non è solo questa la caratteristica che incide sul costo, è comunque intuitivo che dei due il più caro è il martinetto a carrello. Ad ogni modo ciò che realmente incide sul prezzo è la capacità di sollevamento. Un martinetto a bottiglia, che senza batter ciglio può sollevare un’auto per cambiare la ruota, si trova in vendita dai 15 euro in su mentre un modello a carrello può superare anche i 200 euro.

Dove comprare il martinetto

I martinetto può essere acquistato presso i negozi che vendono ricambi e accessori per auto e naturalmente anche online sui tanti siti di e-commerce. Oltre al martinetto, almeno nel caso di quello a bottiglia, conviene acquistare anche una apposita valigetta per custodirlo meglio ed eventualmente il carrello accessorio.

I guasti più frequenti del martinetto

Il vostro martinetto potrebbe avere dei problemi di funzionamento, insomma potrebbe guastarsi. La rottura che si verifica con maggior frequenza è la perdita di olio. Ciò comporta che nella cosiddetta camera di lavoro entri aria e quindi il martinetto non funziona bene o peggio, non funziona del tutto. Se questo problema si verifica è perché non è stata fatta la necessaria manutenzione, ossia, verificare la quantità di fluido e eventualmente rabboccarlo nel cilindro di lavoro. 

Il rabbocco non basta se il problema dipende dalle guarnizioni danneggiate che, in questo caso, vanno sostituite. Se manca il fluido di lavoro nel sistema, questo viene letteralmente sostituito dall’aria e si nota un peggioramento delle prestazioni del jack. Il problema si risolve con il pompaggio. Vediamo come si fa. È necessario aprire il tappo del serbatoio dell’olio e la valvola di sicurezza, quindi si spurga la pompa idraulica. Tutto dovrebbe tornare a funzionare. 

Se invece non dovesse essere così, il malfunzionamento è da imputare ad altre cause. Si può provare a ruotare l’ago di blocco di due giri, al tempo stesso si solleva il pistone verso il punto superiore per poi rilasciarlo al fine che raggiunga il fondo. Tale operazione va ripetuta anche quattro o cinque volte. 

Anche la corrosione provoca il malfunzionamento del marinetto, questa può interessare i pistoni oppure l’alloggiamento. Per saperlo non c’è altro modo che procedere a smontare il martinetto ed eliminare la ruggine. È un lavoro che converrebbe far eseguire a chi ne capisce.

Nessuna connessione internet