Un pollaio nel giardino

Se siete intenzionati a cimentarvi nell’allevamento di galli e galline ma non siete degli avicoltori esperti, eccovi qualche prezioso suggerimento che vi potrà essere di grande aiuto nell’organizzazione di un pollaio casalingo.

Per intraprendere una strada del genere è necessario avere un minimo di esperienza e di manualità. Se vi impegnerete a fare le cose per bene, tutti i vostri sforzi verranno ricompensati quotidianamente con uova fresche e deliziose.

Come allestire un pollaio

Prima di allestire un pollaio, è necessario capire quanto spazio avete a disposizione, tenendo in considerazione che è possibile allevare un massimo di quattro galline per metro quadro. Per questioni igieniche e di sicurezza, è bene ubicare la struttura avicola in una zona che disti almeno 10 m dall’abitazione. 

È altresì fondamentale provvedere regolarmente alla pulizia delle gabbie, onde evitare la diffusione di odori sgradevoli e la proliferazione di batteri e parassiti. Al fine di mantenere le vostre galline in salute, tenete sempre conto delle loro esigenze e non fate loro mancare nulla, così saranno in grado di deporre delle uova sane dal guscio solido.

Oltre alla copertura del pollaio, i volatili avranno bisogno di un’area recintata dove poter razzolare liberamente durante il giorno.

La scelta dei materiali

A prescindere dal modello di pollaio che acquisterete, assicuratevi che i materiali utilizzati per la realizzazione del prodotto siano di qualità e a norma di legge. Tra le migliori casette per avicoltura presenti sul mercato, le strutture prefabbricate in legno o in laminato sono quelle da preferire.

Risultano infatti solide, compatte e pratiche da manutenere, soprattutto se sono dotate di fondo estraibile, che vi permette di pulire il piano calpestabile delle galline..

Gli accessori

Se vi state chiedendo quali sono gli accessori essenziali che non possono mancare all’interno di un pollaio, ecco un piccolo elenco che vi aiuterà ricordarlo.

I posatoi: Si tratta di appositi supporti (solitamente in legno) che devono essere presenti in ogni casetta avicola che si rispetti, in quanto le galline amano appoggiarsi sopra per riposare.

Gli abbeveratoi: I contenitori per l’acqua devono essere collocati sul terreno, facendo attenzione a tenerli rialzati dal pavimento, onde evitare che i polli ci vadano dentro con le zampe.

Le mangiatoie: Anche in questo caso le mangiatoie  vanno disposte all’esterno della casetta, in posizione rialzata e non a contatto diretto con il terreno. In questo modo eviterete che le galline calpestino il mangime e che eventuali parassiti si depositino all’interno dei contenitori alimentari.

I nidi per la deposizione delle uova: Le cassettine o le aree interne del pollaio, adibite alla deposizione delle uova, devono essere imbottite adeguatamente con molta paglia e trucioli di legno. 

Si tratta di un’accortezza necessaria sia per offrire alle galline un ambiente confortevole e sia per creare dei contenitori soffici per ospitare le uova, senza correre il rischio che queste si rompano. Le cassette devono essere realizzate in legno spesso almeno 2 cm, diversamente potete optare per dei modelli in lamiera o in plastica.

Potrebbe interessarti Idee utili su come arredare un giardino

La scelta del pollaio

Scegliere il giusto pollaio per le proprie galline è un passo importante, in quanto deve essere in grado di offrire un ricovero sicuro e accogliente e garantire loro una buona qualità di vita. In commercio ci sono modelli di ogni dimensione e con costi differenti. 

Prima di acquistarne uno è bene consultare sempre una buona guida all’acquisto, per scegliere la struttura più adatta a soddisfare le vostre esigenze e quelle dei vostri animali. Ci si può imbattere sia in casette complete di accessori e sia in modelli base privi delle attrezzature necessarie, che devono essere comprate a parte.

Assicuratevi di fornire ai pennuti anche un’area recintata adeguata alle loro passeggiate. Se non avete abbastanza spazio, procurate loro tutto ciò di cui hanno bisogno per farli stare bene nel miglior modo possibile.

Molti accessori possono essere creati da voi stessi con un po’ di legno, fantasia e buona manualità. Potreste costruire delle scalette, delle altalene o delle piccole strutture sulle quali i volatili possono arrampicarsi e passare il tempo.

Una volta allestito il pollaio, col tempo potreste aggiungere delle nuove galline, eseguendo tale operazione con molta accortezza. Accertatevi di tenere le nuove arrivate separate dalle vecchie per un po’ di giorni, onde evitare conflitti e baruffe tra di loro.

State certi che dopo qualche settimana familiarizzeranno le une con le altre e potrete finalmente riunirle insieme.

Commenti

Potrebbero interessarti