Errori più comuni nella compilazione del modulo eTA

Che cos’è l’eTA?

LeTA Canada - Autorizzazione di Viaggi Elettronica - è un requisito d'ingresso per gli stranieri esenti dal visto che viaggiano in Canada per via aerea.

E’ un documento collegato elettronicamente al passaporto del viaggiatore che deve essere presentato al momento del check-in per il volo per il Canada.

Il personale della compagnia aerea effettuerà la scansione del passaporto per confermare che si disponga di un eTA valido. Se non si dispone di un eTA valido, non si potrà salire a bordo dell’aereo. E’ valida per una durata di 5 anni (o comunque fino alla scadenza del passaporto), ma è rilasciata per un periodo massimo di 6 mesi.

Come si presenta una richiesta eTA?

Per ottenere questa autorizzazione è necessario compilare on line uno specifico modulo, riempire tutte le sezioni richieste avendo a portata di mano il proprio passaporto; l’autorizzazione verrà rilasciata in breve tempo – salvo casi particolari – ed inviata tramite mail.

Errori più comuni nella compilazione del modulo eTA

Nella compilazione del modulo bisogna porre particolare attenzione alla comprensione del contenuto delle domande; e già questa potrebbe rivelarsi una prima difficoltà per chi non mastica le lingue.  Il modulo, infatti, esiste solo in versione inglese e francese, anche se sono stati resi disponibili testi descrittivi in altre lingue.

Andando avanti nella compilazione della domanda, occorre specificare con esattezza la tipologia di documento di viaggio di cui si usufruisce, e l’elenco riportato, selezionabile dal menù a tendina, potrebbe indurre in errore: passaporto ordinario, diplomatico, ufficiale, servizio, temporaneo/di emergenza, per rifugiati, ecc…

Altra difficoltà e conseguentemente altro errore in cui si può incorrere è quello relativo all’ individuazione e selezione del Paese che ha rilasciato il passaporto: occorre immettere sul modulo di domanda un codice a tre cifre riportato sulla pagina di informazioni del documento cartaceo.

Nel modulo di richiesta per l’ingresso in Canada (eTA) sono state inoltre riportate delle casistiche particolari per i cittadini residenti in alcuni Paesi specifici: parliamo di Israele, e Taiwan, le cui sezioni non vanno assolutamente compilate se non in quei casi precisi.

La stessa cosa riguarda la sezione dedicata ai residenti permanenti legali degli Stati Uniti (US LPR).

In tutti questi casi, laddove non si rientri in queste categorie, NON si deve compilare la relativa sezione.

Nel riportare i dati che si trovano sul passaporto occorre prestare attenzione.

Questo perché se si inseriscono dati errati o si digitano una o più lettere sbagliate del proprio nome, o se si inserisce un numero di passaporto non corretto si rischia di ricevere un rifiuto di autorizzazione per l’ingresso in Canada.

 

Ad esempio, bisogna fare attenzione ad immettere il numero del passaporto che si trova in alto nella pagina di informazioni del documento; la maggior parte dei numeri di passaporto ha una lunghezza da 8 a 11 ed è formato da una combinazione di lettere e numeri.

Uno degli errori più comuni, in questa circostanza, è quello di scambiare la lettera O e il numero 0, e la lettera I e il numero 1.

Un altro errore spesso riscontrato è quello relativo alle indicazioni “figlio/a di”, “bin”, “bint”, “ibn”, “ben” oppure “ould wuld” seguite dal nome del padre eventualmente presenti nella parte superiore o inferiore del passaporto; queste non vanno inserite nel modulo di richiesta.

In base alle risposte fornite all’atto della compilazione della richiesta di autorizzazione (ETA), l’ente preposto risponderà autorizzando l’ingresso in Canada oppure potrà verificarsi il caso in cui la richiesta è stata avanzata dal cittadino di un Paese per cui per l’ingresso in Canada è necessario il visto; in questo caso, apparirà una dicitura specifica che indirizzerà l’utente in tal senso.

Nessuna connessione internet