Giocare in streaming con Google Stadia

Il 19 Novembre scorso Google ha lanciato Stadia, una piattaforma che permette di giocare in streaming a una vasta collezione di giochi, da qualsiasi dispositivo e da ogni luogo, con il solo requisito di avere una buona connessione internet. 

Per poter sfruttare al massimo questo nuovo servizio è necessaria infatti una connessione con almeno 25Mb/s in download, mentre non è necessario avere una consolle fisica in quanto sarà possibile giocare da PC, da dispositivi mobili e dalla TV.

Quando Stadia è stato presentato Google ha annunciato che la piattaforma sarebbe stata disponibile su una vasta gamma di dispositivi mobili, dalle TV compatibili e dai PC, oltre ad avere 2 versioni disponibili: una gratuita e una a pagamento (Stadia PRO). A 2 mesi dal lancio però le premesse non sono state del tutto rispettate, andiamo quindi ad analizzare alcuni degli aspetti principali di questa piattaforma, per altre notizie e recensioni vi consigliamo di visitare Google Stadia Italia, un sito italiano da cui abbiamo preso spunto che parla di questa piattaforma a 360 gradi.

Google Stadia - dispositivi compatibili e tipologie di abbonamento

Il piano gratuito non è ancora disponibile e verrà lanciato durante il corso dell'anno, quindi è necessario acquistare il pacchetto Premiere Edition al costo di 129€ direttamente dallo Store di Google che include il controller ufficiale di Stadia, un Chromecast Ultra (per poter giocare dalla TV) e 3 mesi di abbonamento PRO gratuiti, dopo i quali dovremmo pagare 10€ mensili.

L'abbonamento a Stadia PRO permette di giocare alla massima risoluzione disponibile di 4K, con audio surround 5.1; avremo inoltre dei giochi gratuiti ogni mese ai quali potremo giocare per tutta la durata dell'abbonamento, oltre a sconti speciali per acquistare i titoli a pagamento e le loro espansioni.

Al momento è possibile giocare a Stadia tramite qualsiasi TV con l'ausilio del Chromecast Ultra e da qualsiasi PC adatto al gaming accedendo dal browser Chrome al sito stadia.com; i dispositivi mobili supportati per adesso sono solamente i Pixel di Google, ma il servizio è gia in fase di test su tantissimi altri smartphone con a bordo il sistema operativo Android.

Entro fine anno sono in arrivo 120 titoli, di cui almeno 10 esclusivi al lancio per Stadia

Per quanto riguarda i giochi il catalogo è ancora misero, ma in una recente comunicazione Google ha informato che entro fine anno saranno disponibili oltre 120 giochi, di cui almeno 10 in esclusiva al lancio solo per questa piattaforma.

Al momento i giocatori non sono moltissimi, sia per i pochi giochi ancora inseriti nel catalogo sia per il fatto che non è ancora disponibili il piano gratuito, che avrebbe permesso agli utenti di provare il servizio senza dover spendere 129€ senza nemmeno sapere come funzioni effettivamente il servizio, ma la potenza di Stadia è davvero enorme.

La potenza del Cloud di Google offre a Stadia risorse illimitate

Utilizzando Stadia infatti oltre a non dover comprare una consolle non sarà necessario nemmeno scaricare i giochi, che sono disponibili in streaming sul Cloud di Google con tempi di risposta mai visti prima. Con una buona connessione infatti a differenza di altre piattaforme i tempi di risposta saranno velocissimi e non si noterà alcun rallentamento o lag.

Il Cloud di Google è un ottima opportunità anche per gli sviluppatori, a cui sono stati messi a disposizione speciali strumenti che permettono di realizzare giochi mai visti prima, grazie a speciali funzioni che nessun'altra consolle possiede e grazie al fatto che non ci sono limiti di spazio per la realizzazione. Questo sarà un punto di forza molto importante nei prossimi anni, quando saranno realizzati giochi esclusivi progettati solo per Stadia, che potranno sfruttare quindi tutta la potenza della piattaforma e offrire all'utente un Gameplay mai visto prima.

Il multiplayer può dare qualche problema in questa prima fase di lancio per i pochi utenti iscritti

Uno degli aspetti negativi che i giocatori stanno lamentando in rete è la quasi impossibilità di poter avviare una partita in multiplayer in quanto gli iscritti sono ancora pochi e per poter trovare altri gamer pronti a fare una sfida online i tempi sono veramente lunghi, a volte addirittura non è possibile trovare nessuna partita disponibile. Sotto questo piano però Google è già al lavoro e come annunciato prima del lancio attiverà quanto prima il cross-play, ovvero la possibilità di giocare online con gli utenti di altre piattaforme, come Playstation, Xbox, Steam e altre.

Fonte: www.g-stadia.it

Commenti

Potrebbero interessarti

Nessuna connessione internet