La caldaia e il riscaldamento nel periodo invernale

Chi si trova ad avere in casa un modello di caldaia a gas tradizionale che ha qualche anno, oggi dovrebbe sostituirla con un modello di nuova generazione. Negli ultimi anni infatti le cose sono molto cambiate per quanto riguarda questo tipo di apparecchiature.

Basta guardare i modelli di caldaia a gas tradizionale di Ariston per capire che anche con questo tipo di apparecchiatura per il riscaldamento si possono ottenere i massimi vantaggi. Questo sia per quanto riguarda il comfort in casa, sia per tutto ciò che concerne la sicurezza di utilizzo e l’abbattimento dei fumi inquinanti prodotti. L’azienda infatti offre modelli di caldaia a gas tradizionale a ridotto impatto ambientaleed emissioni minime, in linea con le normative.

Scegliere una nuova caldaia

In varie situazioni non è possibile sostituire una caldaia tradizionale con un modello a condensazione. In questi casi è però importante scegliere un modello di caldaia a gas tradizionale di nuova generazione. Si possono trovare in commercio caldaie tradizionali con rapida erogazione di acqua calda, cosa che aumenta la praticità per tutti gli abitanti della casa. I nuovi modelli sono anche a ridotto ingombro rispetto alle caldaie di un tempo, facili da pulire e manutenere.

La scelta della nuova caldaia deve essere effettuata tenendo conto di diversi aspetti:

-la tipologia della caldaia: a condensazione, che si contraddistingue dalle altre, per una maggiore efficienza di riscaldamento, in quanto recupera il calore del vapore generato evitando gli sprechi di calore; a gas, che grazie a dei consti di installazione e manutenzione nettamente minori è maggiormente utilizzata per il riscaldamento delle abitazioni (tenendo conto anche del fatto che gli ultimi modelli proposti dal mercato sono altamente efficienti con una sostanziale riduzione dei consumi rispetto ai modelli del passato), a biomasse, che funzionano con la combustione di pellet o legno, le quali hanno dei costi di installazione elevati e sono molto ingombranti.

-ricambi e manutenzione: accertarsi sulla semplicità della reperibilità dei pezzi di ricambio e in tal senso le per manutenzione sia ordinaria che straordinaria, oltre a un periodo di garanzia su eventuali malfunzionamenti dovuti a difetti di fabbrica.

Quanto costa una caldaia tradizionale

A livello di costi le caldaie tradizionali e le novità a condensazione non si discostano in modo importante. Si deve poi considerare anche ciò detto prima, ossia chi sceglie una caldaia tradizionale in genere non ha la possibilità di installarne una a condensazione. Modificare un impianto, aggiungendo una canna fumaria dedicata ad esempio, può non essere possibile, o anche molto oneroso. Detto questo per conoscere il prezzo effettivo dell’installazione è necessario contattare un esperto del settore, che sarà in grado anche di valutare il modello di caldaia a gas tradizionale più adatto alla singola situazione. In commercio infatti se ne trovano vari modelli, che variano anche in base alla potenza espressa. Questo dato è utile per capire quale sia la dimensione massima dell’abitazione in cui installare il singolo modello di caldaia proposto.

Commenti

Potrebbero interessarti

Nessuna connessione internet