Qonto: come funziona e come si apre un nuovo conto corrente

Uno dei conti correnti per aziende oggi più apprezzati, un prodotto finanziario unico nel suo genere diverso da ogni altro, è di certo quello proposto dalla neo-banca francese Qonto.

Si tratta di un conto corrente business con IBAN italiano pensato e realizzato per i professionisti, le partite Iva, le PMI e le StartUp. 

Si tratta di un’alternativa validissima al conosciuto N26 tedesco e ad ogni altro conto per imprese. È 100% online, dall’apertura, alla gestione, all’operatività e all’assistenza in caso di bisogno. Si tratta di un conto pensato per rispondere alle esigenze reali e quotidiane degli imprenditori e ha l’obiettivo di semplificare e snellire le procedure finanziarie.

Qonto: un conto a misura di business

Per i suoi clienti Qonto ha pensato a diversi piani, cosicché ogni tipo di professionista ed impresa possa trovare con questo istituto la soluzione più adatta alle proprie esigenze. Particolarmente utili risultano essere servizi come il conto con multi-utente, cioè con più accessi disponibili al conto, e con multi-carta. In entrambi i casi il titolare ha la facoltà di personalizzare quello che si può fare o meno, in modo tale che sia sempre lo stesso ad avere il controllo dei movimenti sul conto corrente. Con Qonto si possono fare varie tipologie di pagamenti (fra cui gli utili bonifici multipli) e si può ricevere denaro in vari modi.

Con un accesso fornito al commercialista è possibile consentirgli di scaricare i movimenti sul conto e la documentazione utile ai fini fiscali. Con le carte di debito nominative si può evitare che i propri collaboratori debbano anticipare denaro evitando quindi tutta la procedura dei rimborsi spesa. L’applicazione di Qonto consente di eseguire le operazioni e di controllare il conto in pochi attimi dal proprio smartphone. 

Procedura per aprire il conto corrente Qonto

Per aprire un conto corrente aziendale con Qonto bastano una quindicina di minuti: le operazioni sono molto semplici, 100% online, senza dover inviare né prima, né dopo documentazione cartacea via posta o apporre firme fisiche in alcun documento. Per aprire il conto corrente sono richiesti due documenti personali del titolare del conto in corso di validità e i documenti relativi all’impresa nel caso di persone fisiche (lavoratori autonomi e professionisti), ovvero una copia del Modello Unico o quello relativo all’apertura della Partita Iva.

Per le persone giuridiche e le imprese individuali non servono nemmeno i documenti relativi all’impresa. Nel caso di una società di persone o di capitali occorrono i documenti (uno per persona in corso di validità) di coloro che sono i titolari dell’impresa se ne possiedono almeno il 25%.

In meno di 24 ore l’istituto gestisce la richiesta, cosicché sarà già possibile in pochissimo tempo gestire i propri pagamenti e ordinare le carte di debito che arriveranno per posta al massimo in 5 giorni. Lo scambio di documentazione, nonché l’intera procedura di conferme, avviene via e-mail, quindi è necessario possederne una. Una volta aperto il conto si potranno personalizzare le caratteristiche, come per esempio quelle relative agli accessi e alle eventuali limitazioni di operatività. 

Commenti

Potrebbero interessarti

Nessuna connessione internet