Pagamento contactless tramite smartphone: come funziona?

Il pagamento contactless è oggi considerato il metodo più sicuro e veloce per evitare contatti con superfici sporche e potenzialmente pericolose.

Per molti la scoperta di questa tipologia di pagamento è stata rivoluzionaria ma non appena ci siamo abituati allo sfiorare la carta sul POS ecco che arriva un’altra novità: il pagamento contactless tramite smartphone. Come funziona? È sicuro? Conviene? Vediamo tutto quello che c’è da sapere. 

Come funziona il pagamento contactless?

Il funzionamento di questa tipologia di pagamento è davvero molto semplice perché basta avvicinare il telefono al POS e il pagamento avviene così come accade con la carta contactless. Il funzionamento sfrutta un livello di sicurezza differente a quello della carta pur servendosi della medesima tecnologia NFC. In pratica per avviare il pagamento occorre sbloccare la tastiera del telefono con le impronte digitali o con il proprio codice PIN. Si tratta di un pagamento digitale via Smartphone che deve essere collegato ad una qualsiasi app di pagamento. 

È un modo davvero veloce e sicuro per pagare, che ci far risparmiare tempo e ci espone meno al rischio di toccare terminali su cui centinaia di persone al giorno digitano le proprie cifre segrete. Si tratta di un metodo molto sicuro, anzi, più sicuro di pagare con carta di credito o contante. Per utilizzarlo basta vere attivato una app per il pagamento e sincronizzarla con la tua carta. Alcune banche hanno già la propria app per il pagamento NFC altrimenti potrai scegliere tra Apple Pay, Google Pay e molte altre ancora. 

Perché in poche persone utilizzano questo metodo di pagamento?

È costoso? È pericoloso? Assolutamente no. Si tratta di un modo innovativo e nuovo al tempo stesso, motivo per cui è normale che in fase iniziale non sia ancora conosciuto e applicato da tutti. Il punto è che non prevede alcun costo, soprattutto per lo smartphone ed è altamente sicuro dato che per l’ok del pagamento bisogna necessariamente inserire lo sblocco della tastiera o l’impronta digitale per cui è impossibile esser derubati. 

Magari la tua banca prevederà contratti e commissioni differenti rispetto ad un’altra ma il punto è che oggi le commissioni per i pagamenti elettronici sono praticamente azzerati, per cui il costo di questo metodo di pagamento è nullo. Anzi, se ti vengono chiesti dei soldi per usare il pagamento contactless via smartphone dovresti insospettirti. 

Il POS è obbligatorio oggi 

Considera che oggi in Italia il POS è obbligatorio e l’assenza di questo dispositivo può comportare conseguenze anche piuttosto salate con multe che arrivano oltre i mille euro. Non tutti gli esercenti ce l’hanno, è vero, e questo potrebbe indurci ad affrontare argomenti che non è il caso di aprire in questa sede. Tuttavia devi sapere che, se da una parte è vero che alcune commissioni di pagamento sono piuttosto invadenti sui bilanci delle attività, le nuove offerte sul mercato, consentono di abbattere questi costi e di avvicinarsi a sistemi di pagamento con cui si possono fare operazioni illimitate pagando un canone fisso mensile. 

Dopotutto i tempi che viviamo ci hanno fatto capire quanto anche i minimi cambiamenti quotidiani possano darci un piccolo barlume di speranza in un veloce ritorno alla normalità, per cui attivare un POS contactless è una garanzia di sicurezza per i clienti e per l’esercente. È una questione di sicurezza e di salute che coinvolge tutti noi e che contribuisce a risolvere tanti problemi con un unico strumento. Difatti riduce il rischio di contagi per via del pagamento a distanza, evita la spiacevole situazione di non avere contanti a disposizione per il saldo e contrasta l’omissione dello scontrino

Commenti

Potrebbero interessarti

Nessuna connessione internet