I difetti visivi sono un’imperfezione degli occhi

Stando a quanto dichiarato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), nel mondo sono circa 40 milioni i non vedenti mentre all’incirca 250 milioni sono coloro affetti da difetti e problemi legati alla vista. 

Gli occhi sono per l’essere umano molto importanti per osservare il mondo circostante. Un occhio si definisce sano quando permette di vedere bene tanto da vicino quanto da lontano. 

La salute degli occhi è influenzata non solo da fattori congeniti ed invecchiamento naturale e fisiologico, bensì rivestono un ruolo decisivo anche la dieta e lo stile di vita adottato. 

Effettuare periodicamente delle visite oculistiche è, indiscutibilmente, importante per riconoscere e curare eventuali problematiche. 

Particolare attenzione agli occhi devono prestarla quanti per motivi lavorativi, ma anche personali, fissano per molte ore lo schermo del pc oppure il telefono cellulare. 

Tra i nemici della salute degli occhi sono da annoverare anche il vizio del fumo e l’eccessivo consumo di alcol. 

Quali sono i difetti visivi più comuni? 

I difetti della vista sono delle imperfezioni anatomiche della cornea oppure del bulbo oculare che possono dar vita a varie problematiche. 

In linea generale, elenchiamo i difetti visivi più comuni.

  • La miopia è un difetto della vista che consiste nella difficoltà di mettere a fuoco gli oggetti lontani. Il miope, infatti, è in grado di distinguere nitidamente e chiaramente soltanto gli oggetti vicini.

Sono stati identificati tre stadi del disturbo sulla base delle diottrie (capacità di una lente di fornire un’immagine nitida e precisa). 

  1. Lieve. 0 – 3 diottrie;

  2. Moderata 3 – diottrie;

  3. Elevata maggiore di 6 diottrie. 

  • L’ipermetropia è un disturbo opposto alla miopia. Vale a dire che, quanti affetti da tale difetto riscontrano maggiore difficoltà nella messa a fuoco di un oggetto vicino. Si tratta di un vizio di rifrazione sferico in cui il punto focale è situato dietro la retina. 

  • Per quanto concerne l’astigmatismo si ha una visione poco nitida e sfocata osservando un punto (o un oggetto) sia lontano che vicino. Alla base di tale difficoltà vi è la messa a fuoco delle immagini su due diversi piani della retina (anteriore e posteriore) invece che confluire su uno stesso punto.  Causa di tale disturbo potrebbe essere la curvatura della cornea oppure, raramente, l’irregolarità del cristallino. 

  • La presbiopia è, potremmo affermare, il difetto visivo più democratico in quanto prima o poi colpisce tutti. Lo rivela l’etimologia del nome che si traduce dal greco utilizzando la locuzione vista da anziano. In effetti, è un disturbo che si presenta appena superata la soglia dei 40 anni. La presbiopia è legata principalmente all’invecchiamento fisiologico degli occhi. Si presenta inizialmente con qualche problema nell’osservazione da vicino per poi coinvolgere anche quella da lontano. certamente è un disturbo che si può curare, ma non si può prevenire. 

Come individuare un problema un difetto visivo?

I difetti visivi compaiono, quindi, nel momento in cui l’immagine non è correttamente focalizzata sulla retina.

Occuparsi e preoccuparsi della salute degli occhi implica, anche, osservare attentamente e scrupolosamente una corretta igiene quotidiana. 

È sempre bene, lo ricordiamo ancora una volta, effettuare controlli periodici e consultare un medico specialista nel caso in cui si sospetti la presenza di un difetto della vista.

Commenti

Potrebbero interessarti

Nessuna connessione internet