Pin It

Nel corso degli ultimi tempi si sta parlando con sempre maggiore frequenza della sicurezza in ambito lavorativo e di quanta strada ci sia ancora da fare per poter garantire finalmente un livello di rischio estremamente ridotto.

Senza ombra di dubbio, il lancio in commercio e la diffusione sempre maggiore in ambito aziendale dei dpi, ovvero i dispositivi di protezione individuali, è un ottimo segnale, ma è necessario fare ancora dei passi in avanti, in maniera tale da porre i lavoratori in un ambiente lavorativo estremamente sicuro e tutelarli nei confronti di ogni tipo di rischio.

Interessante notare come, nel corso degli ultimi anni, anche online si sono diffuse diverse piattaforme che mettono a disposizione la vendita di dispositivi di protezione qualificati e certificati, come sul sito di Würth (https://eshop.wuerth.it/Categorie-di-prodotti/Dispositivi-di-protezione-individuale/31140504.cyid/3114.cgid/it/IT/EUR/ ), con un’ampia varietà di scelta che consente di trovare dei prodotti di qualità a dei prezzi vantaggiosi e garantire la massima sicurezza a tutti coloro che lavorano in quella determinata azienda.

Cosa sono i dpi

I DPI, quindi, sono tutte quelle attrezzature che vengono realizzate appositamente per essere indossate e tenute da parte dei lavoratori con un chiaro intento di alzare il livello di protezione nei confronti di uno o più rischi che sono presenti sul luogo di lavoro e che caratterizzano quella specifica mansione. Non solo attrezzature, ovviamente, ma anche tutti gli altri complementi e accessori che possono tornare utili per soddisfare tale esigenza.

In commercio si possono trovare tantissime tipologie di Dpi, anche se c’è da dire che ognuno di essi è correlato e sviluppato in relazione alla specifica attività che viene svolta da parte del lavoratore. Giusto per fare un esempio, in ambito sanitario, i dpi che vengono impiegati servono, nella maggior parte dei casi, ad aumentare la tutela dell’apparato respiratorio, così come a garantire una maggiore protezione a livello oculare, oppure per proteggere mani, piedi o altri parti del corpo.

La normativa relativa alla sicurezza sul luogo di lavoro

Tutte le norme che si riferiscono a questo specifico ambito sono contenute nel Decreto Legislativo 81 del 2008. Scendendo un po’ di più nello specifico, si può notare come è l’articolo 20 che va a disciplinare tutti gli obblighi che sono posti in capo ai lavoratori.

In base a quanto prevede l’articolo 20, ciascun lavoratore deve porsi come obiettivo quello di tutelare al massimo il suo benessere e la sua sicurezza, insieme ovviamente a quella delle persone che lavorano con lui. È fondamentale, quindi, che i lavoratori si adeguino alle prescrizioni individuate e imposte da parte del datore di lavoro e dei dirigenti, usando e indossando in maniera corretta tutti i vari dpi di sicurezza che sono necessari in relazione all’attività che viene svolta.

Un altro obbligo che è necessario rispettare e che è previsto da tale disciplina riguarda il fatto di usare in maniera appropriata i vari dispositivi di protezione individuale. Non solo, dato che i lavoratori hanno anche l’obbligo di avvisare, in maniera urgente e tempestiva, al datore di lavoro, piuttosto che a un dirigente oppure a un proposto, la presenza di mezzi oppure di dispositivi che siano in qualche modo deficitari e non più efficaci come dovrebbero essere in base a quanto previsto dalla legge.

Stesso discorso nel caso in cui si dovessero verificare delle situazioni di pericolo: sui lavoratori ricade l’obbligo di avvisare prontamente i propri superiori, al fine di far mettere in sicurezza l’area che è stata oggetto dell’evento anche solo potenzialmente nocivo. Infine, è importante rimarcare ancora una volta come i vari dpi non possono essere tolti oppure modificati senza che sia presente una specifica autorizzazione in tal senso.

Pin It

Commenti

Potrebbero interessarti

Nessuna connessione internet