Come vengono calcolati i costi delle tratte autostradali
Pin It

La rete autostradale del territorio italiano è particolarmente estesa e la lunghezza delle varie autostrade ammonta a circa 8.000 km; di questi soltanto 2.000, che sono gestiti da ANAS S.p.A., sono di libera circolazione (ovvero a uso gratuito); su tutte le altre tratte è invece previsto il pagamento del cosiddetto pedaggio autostradale.

I proventi che derivano dal pedaggio sono in parte destinati al guadagno d’impresa e in parte al recupero delle spese necessarie alla manutenzione, alle opere di ampliamento e ammodernamento della rete e a tutte le altre spese di gestione.

L’importo del pedaggio

Il costo autostrada si basa su determinati criteri stabiliti da una specifica normativa (leggi statali e delibere del Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica). In linea di massima, l’importo del pedaggio si calcola moltiplicando una tariffa unitaria per i km percorsi.

Si deve sottolineare che con “km percorsi” non si fa riferimento soltanto a quelli tra un casello e l’altro, ma anche ai km degli svincoli, delle bretelle di adduzione e dei tratti autostradali liberi prima e dopo il casello costruiti e gestiti dalla concessionaria della tratta autostradale.

All’importo che si ottiene dalla moltiplicazione si deve aggiungere l’IVA (l’aliquota attualmente prevista è il 22%); infine andrà applicato un arrotondamento, per eccesso o per difetto, ai 10 centesimi di euro.

Il chilometraggio non è l’unico fattore che ha impatto sul pedaggio; sono infatti presi in considerazione anche l’altezza e il numero di assi del veicolo. Per quanto riguarda i 2 assi si distinguono la classe A e la classe B e poi ci sono le tariffe relative a 3, 4 e 5 o più assi.

Pagamento del pedaggio: contanti, carte e tessere

Esistono varie modalità per il pagamento del pedaggio; è per esempio possibile pagare in contanti in quelle corsie dove è presente un operatore del gestore dell’autostrada, il cosiddetto “casellante”; questa modalità è sempre meno diffusa.

Un’altra possibilità è costituita da carte di credito o debito; si effettua il pagamento inserendo la carta nel lettore oppure, dove è possibile, sfruttando la tecnologia contactless; non è necessario digitare il PIN della carta.

Per pagare si può utilizzare anche la tessera Viacard (a scalare o associata a un conto corrente).

I dispositivi di telepedaggio

Il telepedaggio è un sistema di pagamento automatico del pedaggio autostradale grazie al quale si può transitare da un casello senza fermarsi evitando la formazione di code e risparmiando tempo.

Il telepedaggio si basa su un dispositivo (transponder) sistemato all’interno dell’autovettura (in genere sul parabrezza) che comunica con un lettore presente in alcune corsie abilitate facilmente identificabili grazie a un cartello con la lettera T (“telepedaggio”).

Con il telepedaggio viene registrato quanto dovuto e in seguito si riceverà una fattura dei vari pedaggi che sarà addebitata sul conto corrente oppure su una carta con IBAN. 

Sulle autostrade italiane il servizio di telepedaggio è fornito da vari operatori fra cui si ricordano principalmente Telepass, gestito da Mundys e Partners Group e UnipolMove, soluzione di UnipolSai che recentemente si è distinta per l’economicità dei suoi piani tariffari in promozione, quello Base e quello Pay per Use.

Il piano Base con l’attuale promozione ha canone zero i primi 12 mesi; in seguito si pagheranno 1,50 euro mensili per il primo dispositivo e 1 euro al mese per un eventuale secondo dispositivo. Questo piano non prevede costi di attivazione. Il piano Pay per Use ha un canone giornaliero di 0,50 euro, nel giorno di utilizzo, fino alle 23:59 dello stesso giorno. Se non vi sono transiti non ci saranno addebiti. L’opzione Pay per Use prevede fino al 30 luglio 2024 uno sconto del 50% sul costo di attivazione una tantum (quindi 5 euro anziché 10).

Va sottolineato infine che UnipolMove prevede servizi quali i parcheggi convenzionati e strisce blu, il bollo auto, il tagliando auto (per adesso soltanto nella Regione Lombardia), il soccorso stradale, lo skipass online, la riparazione dei vetri auto, i pagamenti PagoPA o dei bollettini ecc.

Pin It

Commenti

Potrebbero interessarti