angolo della sociologia

manhaj salaf
 
Il secondo movimento islamista da analizzare dopo il Tabligh è il Salafismo, da considerare uno dei movimenti più tradizionalisti e conservatori dell’Islam.

Il Salafismo fa riferimento ai ‘salaf’, le tre generazioni ‘pie’ di musulmani che succedettero il Profeta e che rappresentano “l’era d’oro dell’Islam”, perciò i sostenitori di questo movimento cercano di basare le loro giornate seguendo il loro esempio.

TAGS:

image

La categoria di movimenti islamisti con attitudine predicativa e missionaria, rappresentata da gruppi come il Tabligh ed i Salafiti, ha l’obiettivo (missionario) di riportare alle pratiche islamiche coloro che se ne sono allontanati: ha quindi funzione di re-islamizzazione di immigrati che hanno abbandonato l’Islam o ne predicano una versione occidentalizzata, modernizzata.

Islam

 
Oggi, il concetto di Islamismo, ha connotazioni polemiche, dovute al linguaggio delle scienze politiche occidentali, ma è anche vero che lo stesso termine è usato in diversi modi dall’opinione pubblica, specialmente dai media. Gli stessi islamici non usano il termine, ma usano islami con il quale intendono ‘religiosi’ ed ‘islamici’.


9781780765655


L’aumento e l’ascesa del fondamentalismo islamico a cui si assiste oggi, è dovuta sia a fattori interni alla Umma islamica (a causa di governatori corrotti, predicatori incapaci di diffondere i sani valori..) e sia a causa di forze ed interferenze esterne. Molti studiosi ed esperti, occidentali e non, hanno focalizzato la loro attenzione su alcuni fattori che determinano il fenomeno islamico contemporaneo. I più importanti sono:

TAGS:

shariah 2
Il caso inglese non è molto diverso da quello francese: gli immigrati, per lo più di origini pakistane, arrivarono in Europa grazie all’industrializzazione, ma comunque il modello di integrazione è differente tra i due Paesi. Il modello inglese è più aperto verso il riconoscimento della pluralità, dell’eterogeneità culturale (anche se ciò non significa che razzismo e pregiudizi siano assenti) rispetto alla Francia, dove ogni cittadino deve essere parte della ‘legittima società francese’ senza interferenze di altre comunità, tra cui la religione.

belgistan
Quello del Belgio è probabilmente il caso più eclatante delle nazioni europee sia per quanto riguarda la popolazione musulmana in percentuale presente sul territorio belga e sia per la presenza di foreign fighters in Medioriente: il primo dato è quantificabile in circa il 6% su 11 milioni di abitanti, il secondo è circa 30 combattenti su 1 milione.

Commenti

Potrebbero interessarti