angolo della sociologia

warriors from the north
Warriors from the north è il racconto di un ragazzo somalo, “The Shadow”, migrato in Danimarca che, vivendo una vita monotona (“Nothing in my life made any sense”) e con un background sociale che non promette nulla di buono per il futuro, viene persuaso da recruiters appartenenti ad una cellula terroristica presente in territorio danese per unirsi al Gruppo ribelle somalo Al-Shabaab.

Tutto ha inizio una notte con l’incontro con altri due somali (“Something happened that changed everything”) Abdi e Mohammed, anche loro immigrati ed abitanti delle periferie di Copenaghen.

islam differenze fondamentalismo
Il Fondamentalismo religioso, con le sue peculiarità e caratteristiche, è facilmente confondibile con termini simili che spiegano concetti “affini” ad esso, o spesso gli stessi termini vengono usati, erroneamente, per sostituire il concetto stesso di fondamentalismo creando un confusionale giro di parole.

I termini (e non sinonimi) in questione sono: integrismo, tradizionalismo, conservatorismo.

Il Fondamentalismo
Il concetto di fondamentalismo è strettamente connesso con ciò che riguarda i gruppi terroristici che stanno insanguinando il Medio Oriente e parte del Continente africano, in particolare. Dall’Isis a Boko Haram, tutte le milizie terroristiche affermano di combattere in nome di una “guerra santa” (jihad) dettatagli dal fondamentalismo religioso (islamico in questo caso):

Che cos’è il fondamentalismo? E, più precisamente, cos’è il fondamentalismo religioso?

bambini e isis
La “Generazione del Califfato”: sotto questo nome vengono raggruppate le nuove leve dello Stato Islamico, bambini di 12-13 anni (e in alcuni casi anche meno), che vengono inseriti in programmi di addestramento/formazione presenti sia a Mosul che in altre città irachene, e che vengono usati per le trasfusioni di sangue per i combattenti “senior” feriti in battaglia, o usati per le esecuzioni delle presunte spie ed infedeli, oppure per attacchi suicidi con esplosivi.

donne islam
Tanto è stato scritto sui combattenti islamici, sui praticanti del sunnismo, sui giovani e meno giovani occidentali (e non) partiti alla volta della Siria per combattere/difendere un’ideologia religiosa che, magari, fino a qualche tempo non sentivano propria.

Tanto altro ancora è stato detto sul Califfo Abu bakr al-Baghdadi, sulla storia del suo “gruppo” e sulle discendenza di quello che oggi è noto come Stato Islamico.

jihad globale
Ancora nuovi attacchi di matrice islamista, ancora morti innocenti ed ancora assassini in nome di un Dio ma questa volta la “spettacolarità” degli attentati sta nel fatto che sono avvenuti in 3 Paesi diversi (Francia-Tunisia-Kuwait) ed in contemporanea, come azioni ben programmate.

Commenti

Potrebbero interessarti