03242017Ven
Last updateGio, 23 Mar 2017 9pm

Tagliando auto 2017: regole per il controllo e lo smaltimento dell'olio


olio usatoCosa dovrebbe sapere chi deve effettuare il tagliando auto 2017? Che si tratti di una macchina nuova o usata, capire a cosa serve questo controllo e perché si fa è importante. Effettuare la revisione periodica degli elementi costitutivi del veicolo è fondamentale per viaggiare in sicurezza e ottenere le massime prestazioni dal veicolo.
Per il primo tagliando auto è la stessa casa costruttrice del veicolo ad indicare le tempistiche con cui effettuarlo, per controllare e fare la manutenzione di alcune parti del veicolo indicate sulla carta di manutenzione. E’ importante rivolgersi presso un’officina autorizzata e non effettuare check up fai da te per intervenire in totale sicurezza e rispettare anche tutte le norme previste per lo smaltimento dell’olio motore, il cui cambio è indispensabile per evitare l’usura e la rottura di parti essenziali del veicolo.
Per effettuare il primo tagliando auto è importante rivolgersi ad un’officina autorizzata in modo tale da non perdere la garanzia del costruttore, inoltre il primo è sicuramente il meno costoso tra i tagliandi perché la manutenzione è per poche componenti del veicolo. Per risparmiare in totale sicurezza, però, esistono siti online che permettono al proprietario del veicolo di confrontare diversi preventivi e scegliere quello più vantaggioso, clicca qui.

Regole per il tagliando auto 2017 e lo smaltimento dell'olio

La normativa ha collegato da quest’anno la revisione auto al controllo del bollo. Invariate restano invece le disposizioni per il tagliando auto 2017 che, ricordiamo, è un controllo suggerito e altamente consigliato ma non obbligatorio. Rispettare le tempistiche con cui effettuare il tagliando auto è essenziale per sistemare le componenti del veicolo soggette ad usura ed essere certi di poter guidare in sicurezza e al massimo delle prestazioni del veicolo. Il momento in ci effettuare il primo tagliando auto è indicato dalla stessa casa costruttrice del veicolo sul libretto di manutenzione ed è importante inserire la data d ogni tagliando successivo per essere certi di rispettare le tempistiche.

Abitualmente il primo tagliando va effettuato al raggiungimento di 15.000 km, oppure 1-2 anni, mentre i successivi ogni 15.000 – 20.000 km. Esistono poi veicoli con cambio olio ogni 15.000 km e tagliando ogni 30.000, oppure auto con tagliando longlife previsto ogni 30.000 – 50.000 km, circa ogni 2 anni. Rivolgersi presso un professionista e quindi un’officina autorizzata per effettuare un tagliando è sempre la scelta più saggia, poiché ciò garantirà il corretto funzionamento del veicolo e la manutenzione in totale sicurezza. Inoltre è importante per lo smaltimento di materiale tossico e altamente nocivo per l’ambiente, come nel caso della sostituzione e lo smaltimento dell’olio motore esausto.
Se ci si rivolge presso un’officina specializzata, sarà quest’ultima a provvedere allo smaltimento del lubrificante nella maniera più consona e presso impianti specializzati. Inoltre tale operazione non richiede un costo aggiuntivo rispetto a quello del tagliando proprio per evitare che gli automobilisti provvedano autonomamente allo smaltimento in modo difforme rispetto alle regole del rispetto ambientale. Proprio per questo è fondamentale evitare tagliandi fai da te, ma rivolgersi presso un centro specializzato che garantirà un lavoro impeccabile ad un prezzo vantaggioso.
Per trovare l’officina più vicina a casa tua clicca qui.  


poesie report on line