unicusano 700 ore
L'Università Niccolò Cusano ha deciso di dare una particolare attenzione alle esigenze dei suoi allievi, alzando l’asticella del monte ore: il nuovo corso infatti garantirà 700 ore di didattica annuale, da parte di ogni docente ai propri studenti.


E' questa la decisione presa dall’Università Niccolò Cusano, con il fine di mettere al centro del suo mondo le esigenze dei ragazzi e di risolvere in modo definitivo l'ostacolo della distanza tra docente e studente, tipico dell’università italiana. L’obiettivo dell’ateneo romano è quello di creare maggiori occasioni di collegamento e confronto tra queste componenti in modo che il dialogo sia senza soluzione di continuità.
L’Unicusano è l’unico ateneo italiano ad avere proprie sedi in Gran Bretagna, Francia e Spagna (Londra, Parigi e Barcellona); proprio grazie al rapporto con le accademie di questi Paesi ha scelto di dar vita ad un nuovo e rivoluzionario modello didattico in un paese come l’Italia, dove la media del monte ore dei docenti universitari va dalle 70 alle 120.


Si tratta del miglior sistema standardizzato che si sia mai visto in Italia con le ore di didattica per ogni professore universitario divise tra corsi in aula, ricerca, esami e ricevimento studenti in presenza e in piattaforma. Ben 700 ore contro 70, per cui che siate a Roma, in Italia o in qualsiasi parte del globo, i docenti dell’università Nicolò Cusano saranno sempre raggiungibili.
Orari prestabiliti e una programmazione settimanale per consentire allo studente, in Italia e all’estero, di poter organizzare la propria giornata in funzione dell’appuntamento con il proprio docente. L’Ateneo romano cresce sempre più come una grande community, sfruttando al meglio le occasioni offerte dalla tecnologia e dall’organizzazione del campus di Roma.


Oltre al monte ore aumentato, l'Unicusano utilizza al meglio la tecnologia e le occasioni che offre, permettendo la crescita di una grande community di studenti attorno alla piattaforma di e-learning.
Gli universitari italiani e stranieri, potranno così contattare i docenti grazie all’apposita piattaforma e-learning per poi incontrarli presso la sede centrale per 2 ore al giorno in orari stabiliti. Tale piattaforma, presto diverrà open source.

La rivoluzione didattica è cominciata, gli studenti prima di tutto.